A via Cuma Licola domina il degrado

POZZUOLI –  Via Cuma a Licola si candida a essere la strada simbolo di degrado e di abbandono tra tutte le strade di periferia della zona. Scene di incuria la fanno da padrona nella strada che costeggia gli scavi dell’antica Cuma, e che collega Licola con Pozzuoli,via Arco Felice e con la zona di Bacoli. La vegetazione è ormai fuori da ogni controllo, invadendo e, in molti casi, restringendo pericolosamente la carreggiata. Il ciglio della strada è ridotto a sversatoio di rifiuti solidi urbani.

PALI DELLA LUCE ABBATTUTI  La pericolosità della strada in alcuni punti è proverbiale. Molti infatti gli incidenti, specie nelle ore serali, quando il ridotto passaggio di automobili e la scarsa illuminazione trasformano la strada in una vero e proprio circuito automobilistico. Velocità che molte volte causa incidenti stradali. Molti i pali della luce abbattuti e in alcuni casi non più ripristinati. Vi è un caso di un palo d’illuminazione abbattuto e non solo non rimosso dagli addetti alla manutenzione, ma  recintato e lasciato sul posto.

VEGETAZIONE NON CURATA – I giunchi e la vegetazione spontanea sta ormai invadendo sempre più la carreggiata, costringendo gli automobilisti in entrambi i sensi di marcia ad accostare pericolosamente. Molti i casi di specchietti frantumati dal veicolo proveniente dal senso opposto di marcia. Se in alcuni tratti la vegetazione sembra ricevere una regolare potatura, non si riesce a capire perché ciò non avvenga in altri tratti, in particolare nella parte iniziale della strada e nei pressi dell’intersezione che conduce verso Arco Felice.

DISCARICA ABUSIVA – La mancanza di qualsiasi controllo ha fatto sì che in via Cuma Licola si sia consumato uno dei tanti scempi ambientali. E’ infatti possibile notare agli angoli della strada grossi cumuli di rifiuti, in molti casi combusti, materiali di risulta edilizi, fusti di vernice e grossi pneumatici da tir. Detriti che molto probabilmente resteranno lì per anni, dal momento che su quelli già presenti è ormai fitta la vegetazione cresciuta. Grossi cumuli di rifiuti anche in prossimità degli scavi di Cuma, uno dei principali poli turistici della zona flegrea.

ANTONIO FOLLE

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]