POZZUOLI – Un amore per la musica, la sua passione ma soprattutto la sua forza. Quella forza che ha trasmesso a colleghe, amiche e alunne anche quando la sua malattia avanzava inesorabilmente. Raffaela Elia, per tutti “Lella”, insegnante di scienze e matematica, ha lasciato un vuoto incolmabile. Una lunga malattia l’ha portata via dall’affetto dei suoi cari all’età di 60 anni. Appena un anno fa aveva realizzato il sogno di partecipare alla costituzione del “Coro Città di Pozzuoli”.

IL RICORDO – “Lella è stata con noi per poco più di un anno nonostante la malattia -ricorda la direttrice del Coro Città di Pozzuoli, Enrica Di Martino- È stata per noi un esempio di grande forza, trovava nella musica una gioia che non ha mai esitato a manifestare. Dopo le prove e i concerti trovava sempre una parola dolce per tutti. Ma c’è un episodio in particolare che non dimenticherò mai: una volta volevo darle una sedia perché non volevo farla stancare, ma lei non accettò. Anzi mi richiamò dicendomi che non aveva bisogno di aiuto perché la forza le veniva data dalla musica”.

I FUNERALI – Raffaela Elia lascia il marito Maurizio Di Bonito e i figli Arlette e Daria. I funerali si svolgeranno domani 8 ottobre alle ore 10.15 nel Santuario di San Gennaro a Pozzuoli. Al cordoglio della famiglia Di Bonito-Elia si unisce la redazione di Cronaca Flegrea.