Gennaro Taliercio e Michele Bellofiore

POZZUOLI – Si sono incontrati questa mattina Michele Bellofiore, il fotografo puteolano scampato ieri all’attentato, e Gennaro Taliercio, l’altro concittadino rimasto ferito dal furgone che ha travolto e ucciso 14 persone a Barcellona. Bellofiore, dopo aver appreso del ferimento di Taliercio, insieme a un amico ha raggiunto il giovane in albergo per sincerarsi delle sue condizioni. I tre hanno poi camminato insieme sulla Rumbla, lungo la strada dove ieri si è consumata la tragedia. Al momento al situazione in città è ancora tesa e i tre puteolani sono in attesa di rientrare in Italia.

Le ferite riportate da Taliercio

I PUTEOLANI STANNO BENE – «Abbiamo raggiunto Gennaro questa mattina, ha qualche escoriazione e piccole ferite (vedi foto) ma fortunatamente possiamo dire che sta bene come dimostrano le foto che gli ho scattato – ha raccontato Bellofiore pochi minuti fa- ora insieme ad un altro nostro amico stiamo passeggiando per cercare di distrarci e dimenticare, anche se sarà molto difficile. Il clima è sempre teso qui a Barcellona, la città è blindata, c’è molta gente in strada che deposita fiori e prega sulla Rumbla. Ci stiamo organizzando per rientrare in Italia. Fortunatamente stiamo tutti bene e ci preme tranquillizzare ancora i nostri familiari, amici e conoscenti che sono stati in apprensione per noi».

LE FOTO