Il dottor Rosario Porzio

SALUTE –  Sta diventando una ‘moda’ mondiale salutare. Parliamo del tè rosso “rooibos” originario del Sud Africa, ricchissimo di potenti antiossidanti. Il te’ rosso rooibos si ottiene dall’omonima pianta, ha sapore e caratteristiche organolettiche simili a quelle del te’ tradizionale ma non contiene principi stimolanti come teina e caffeina.

STUDI –  Un recente report scientifico italiano dell’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, è stato pubblicato su “Food Chemistry”. La pubblicazione è relativa ad uno studio effettuato su 15 volontari normopeso e non fumatori nei quali si è osservato come la bevanda a base di rooibos aumentava le difese immunitarie e diminuiva drasticamente la concentrazione di radicali liberi nel sangue, funzionando così da perfetto “scavanger” antiageing/antiinvecchiamento e non solo (è nota la capacità preventiva degli antiossidanti nei confronti di molte malattie degenerative,cancro incluso).

IL DOTTOR  Mauro Serafini, coordinatore dello studio ha affermato “A 20 anni dallo studio Inran che dimostrava per la prima volta sull’uomo le proprietà antiossidanti dei tè verde e nero, abbiamo provato che le stesse caratteristiche possono essere attribuite anche al rooibos. I risultati hanno evidenziato, ad un’ora dall’ingestione di tè rooibos, un significativo aumento delle difese antiossidanti plasmatiche”