RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Salve Redazione, non sono in molti ad aver notato da qualche tempo la comparsa di un’antenna o ripetitore sulla sommità del lato sud dell’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli. Qualunque cosa sia, la misteriosa colonnina, formata da un’asta reggente due borchie bianche installate su un parallelepipedo di ferro, si erge
in bella vista ai frequentatori del noto supermercato Daber, nonché a qualche incredulo passante o turista straniero, che si chiede perplesso come sia possibile che il Comune, la Soprintendenza e gli altri Enti addetti alla tutela e salvaguardia dei siti archeologici possano aver autorizzato l’impianto di un oggetto del genere su uno dei maggiori monumenti di epoca romana della zona flegrea, il terzo anfiteatro per grandezza in Italia. Dal momento che nessuna normativa autorizza simili istallazioni, chiediamo che le Autorità competenti facciano subito chiarezza sulla natura della colonnina e, nel caso di trasgressioni alle
attuali leggi, prendano tutti i provvedimenti necessari alla salvaguardia del bene comune così malamente sfregiato. Nella speranza che vogliate pubblicare questa breve denuncia (corredata di alcune foto) Vi ringrazio e saluto cordialmente. (Maurizio E.)