RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Mi chiedo che razza di legge c’è nel nostro paese? E quando questi super pagati di politici mettono mano a riforme che rendono snelle le procedure e le sentenze definitive e continuamente appellabili? Dopo 57 anni, tra un ricorso e l’altro si arriva a concludere (speriamo) un manufatto sul lago d’ Averno, ma è uno scherzo? 57 anni, ma dove viviamo? Dobbiamo aspettare anche per l’abbattimento, se mai ci sarà, 57 anni per lo scheletro di Via Napoli ( ex Vicienzo a mmare)? Tutto ciò, a dir poco, è mostruoso, per la miseria, la legge è legge e non ci possono essere cavilli o motivi plausibili, una volta sancita in prima istanza il reato di abusivismo, non ci sono motivi per non procedere all’abbattimento. Come cittadini facciamo sentire la nostra voce a questi sonnolenti politici, che si agitano tanto quando si cerca di toccare i loro “diritti”, che poi si sono dati da loro stessi. Diciamo loro in tutte le sedi istituzionali che questa “sceneggiata” dei ricorsi infiniti deve finire.

Salvatore C.