Rifiuti in strada a Monterusciello
«Alla faccia della riqualificazione delle periferie – afferma Riccardo Volpe, portavoce del movimento giovanile di Sinistra Ecologia e Libertà.  Monterusciello va riqualificata da capo a piedi, non mortificata in questo modo. Ci sono oltre 4000 alloggi popolari che sono in condizioni fatiscenti, strutture pubbliche abbandonate da decenni e mai valorizzate, un quartiere praticamente dormitorio dove l’unica cosa positiva è il palazzetto dello sport, che qualche anno fa ospitò i campionati mondiali di taekwondo, e proprio lì, a 50 metri dall’unico attrattore del quartiere vogliono farci una discarica. Non è né in cielo né in terra! Monterusciello è stata mortificata, per troppi anni da troppe amministrazioni e solo il pensare un sito di stoccaggio proprio lì vuol dire prendere per i fondelli gli oltre 30mila cittadini che ci abitano. L’emergenza rifiuti si risolve con un programmazione e con un piano ben preciso di differenziata, riciclo e compostaggio. Non si può pensare ancora di trovare “buchi” da riempire.
L’APPELLO AL NUOVO SINDACO – Chiediamo – continua Volpe – al nuovo sindaco innanzitutto cosa ne pensa di questa cosa. Chiediamo alla politica e a tutte le forze sociali oneste di questa città di unirsi in un’unica battaglia continua: la riqualificazione del quartiere, che sicuramente non parte dalla realizzazione del sito di stoccaggio. Il movimento giovanile di SEL Pozzuoli – conclude Volpe – è pronto a scendere materialmente per strada e opporsi all’ennesimo schiaffo dato a Monterusciello. La strada da intraprendere per il quartiere va nella direzione opposta a quella che stanno prefigurando».
fonte: comunicato stampa SEL