Si scrive Monteruscello, e non è solo sinonimo di degrado, quartiere dormitorio e spazzatura. E’ il nome di una delle società più importanti nel panorama del settore giovanile puro, in Campania. Il club della famiglia Ruta dagli anni ottanta è fucina di talenti. La linea verde è il marchio di fabbrica, come i colori sociali. Tanti virgulti sono passati dalla struttura del Sant’Artema, prima in terra battuta, ora in erba sintetica. Numerosi sono stati i trofei vinti dal presidente Rodolfo Ruta, e dai figli Fulvio, Massimiliano e Michele. Non sono appagati. Quest’anno la compagine allenata dal mister Massimiliano Massa infatti ha vinto il titolo regionale Giovanissimi, per la classe ’96. E’ stata una finale fratricida, dato che i verdi del Monteruscello hanno sfidato, al Liguori di Torre del Greco, i rivali storici della Puteolana 1909 della famiglia Fiore, battendoli 2-1. Il Monteruscello e la Puteolana 1909, risultati alla mano, si contendono da più di un decennio lo scettro del vivaio flegreo.

AD UN PASSO DALLA STORIA – In questa stagione agonistica però c’è il Monteruscello a rappresentare la Campania nella fase nazionale. “Siamo ad un passo dallo storico raggiungimento della qualificazione al raggruppamento finale che si terrà quest’anno a Chianciano. E’ piena estate, e ci sono tante distrazioni, ma con i ragazzi stiamo facendo quadrato, perché in tutto l’ambiente è tanta la voglia di arrivare sino in fondo”, ha spiegato mister Massa, che sogna lo scudetto ad occhi aperti. Nel gironcino interregionale il Monteruscello ha battuto 1-0, davanti al pubblico amico, il Teramo, per poi espugnare 3-1, e in inferiorità numerica, il campo del Venafro. La classifica vede così il Monteruscello a punteggio pieno, a sei punti, segue l’Andriensis a quattro, il Teramo a uno, e chiude il Venafro che è all’asciutto. Al Monteruscello basterà pertanto un punto per staccare il pass per Chianciano. Da conquistare domani (ore 15.30, al Sant’Artema), contro il team pugliese. “Abbiamo due risultati su tre dalla nostra parte, ma il Monteruscello è abituato a giocare per vincere. Sono convinto che chi vedrà la partita domenica resterà sicuramente soddisfatto dallo spettacolo che mostreranno i nostri ragazzi”, dice un entusiasta Rodolfo Ruta, presidente del Monteruscello, che sogna di portare a Pozzuoli il tricolore.

ANTONIO RUSSO