il sindaco di Quarto Massimo Carandente Giarrusso

QUARTO – Riunione in prefettura, stamattina, per il Sindaco Massimo Carandente Giarrusso che, accompagnato dall’ingegner Cecere e dall’ avvocato De Vivo, ha incontrato il Prefetto De Martino, l’assessore Nappi, il responsabile del Provveditorato ai Lavori Pubblici della Campania Guglielmi e il responsabile dell’Opera Nomadi; oggetto dell’ incontro: il progetto di realizzazione di un campo ROM, nell’area EX Cementificio diVia Marmolito (circa 14mila metri quadrati di terreno) a Quarto, bene confiscato alla Camorra nel 98′ e affidato al Comune di Quarto nel 2002.

DA CAMPO ROM A CENTRO SPORTIVO -Il primo cittadino quartese ha portato all’attenzione delle autorità competenti l’intento, condiviso con tutti i cittadini quartesi, di realizzare, in quell’area, un centro polisportivo.

L'area dell'ex cementificio

“Capiamo le necessità della Provincia e della Prefettura” – ha chiarito Giarrusso- “ma in quell’area, degradata e abbandonata da troppo tempo, è già in essere un progetto per la realizzazione di una cittadella sportiva insieme a tutta una serie di servizi per la riqualifica della zona, non solo dell’ ex cementificio, ma di tutta via Marmolito”.

IL SINDACO CONTRO IL CONSORZIO SOLE – L’area, confiscata alla camorra, nel 2007 fu affidata al Consorzio SOLE che doveva attuare tale progetto sfruttando risorse e stanziamenti regionali e nazionali. “Di fatto, però, il Consorzio SOLE non ha mai portato alcun piano concreto per l’area dell’ex cementificio ed è proprio per questo che martedì, in seduta di consiglio, chiederò ufficialmente il recesso dal Consorzio e il proseguimento del progetto di realizzazione del centro sportivo polivalente espressamente chiesto dai cittadini” – ha analizzato il neo Sindaco.

ANGELO GRECO
[email protected]