NAPOLI – «Qualcuno ha detto che sia stata salvata da San Gennaro, ma, senza voler scomodare il Patrono di Napoli nel giorno della sua festa, la storia della gallina, sfuggita a una morte atroce grazie all’intervento di una coppia di fidanzati, merita di essere raccontata». Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il referente provinciale della Lipu, Fabio Procaccini, specificando che «la gallina è stata sottratta da una coppia a una baby gang di San Giovanni a Teduccio che la teneva legata per il collo facendola roteare con l’intenzione poi di darle fuoco. La coppia è intervenuta strappando la gallina alla baby gang e ha dovuto anche sfuggire alla rabbia di altri ragazzi che sono sopraggiunti minacciandoli ma per fortuna sono riusciti a fuggire – hanno continuato Borrelli e Procaccini sottolineando che- su indicazione della Lipu, la coppia ha poi portato la gallina al servizio veterinario del Frullone dove la gallina è ora ricoverata. La barbarie gratuita verso gli animali si somma alle violenze verso le persone e le stese sempre ad opera di piccoli criminali che sono sempre più pericolosi e scatenati».