Paolo Perrella

FUORIGROTTA –  Questa mattina, i poliziotti del Commissariato di Polizia San Paolo, in esecuzione ad un’’Ordinanza applicativa di una misura cautelare per la custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Napoli lo scorso 13 novembre, hanno arrestato il pregiudicato Paolo Perrella, 45enne già esponente di un clan camorristico del Rione Traiano e Bruno Ostinato, 38enne, in quanto accusati di aver commesso, lo scorso 9 marzo, insieme ad un complice non ancora identificato, una rapina in danno di un’’agenzia assicurativa di Via Gonzaga. Quest’’ultima, fruttò 4.700 euro asportati dalla cassa, nonché 570 euro, un bracciale d’oro e due telefoni cellulari sottratti alle persone presenti al momento della rapina.

LA TECNICA –   era stata quella di far chiedere un preventivo ad un finto cliente e di farsi poi aprire la porta da quest’’ultimo, facendo irruzione all’’interno dell’agenzia. In sede di denuncia, il titolare dell’Agenzia, a seguito di un’’individuazione fotografica, aveva riconosciuto il Perrella quale uno degli autori della subita rapina del 9 marzo. Scoperto il primo autore, le indagini dei poliziotti del Commissariato “San Paolo” sono state dirette verso l’’identificazione dei complici, passando al setaccio tutte le sue conoscenze e frequentazioni.

INDAGINI E ARRESTI –  In breve tempo, l’’attività investigativa degli uomini del Commissariato di Fuorigrotta ha permesso di identificare Bruno Ostinato – spesso controllato in compagnia del Perrella – il quale è stato riconosciuto come il complice del rapinatore fintosi cliente per aprir loro la porta nel momento più appropriato. Gli elementi probatori raccolti dai poliziotti hanno quindi indotto il G.I.P. del Tribunale di Napoli ad emettere il provvedimento cautelare successivamente eseguito. Alle prime luci dell’’alba, i poliziotti del Commissariato San Paolo si sono recati presso le abitazioni dei due accusati in via Marco Aurelio, li hanno quindi arrestati e subito condotti alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.