Piazzale D'annunzio, Fuorigrotta

FUORIGROTTA –  Avevano già avuto modo d’’incontrarsi all’’interno di una discoteca in Pozzuoli, così come altri seguaci di Facebook e, stamani all’’alba, si sono ritrovati in Piazzale D’’annunzio, nei pressi di uno chalet, dove si erano recati per consumare la prima colazione. Un giovane di 28anni di Giugliano in Campania, A.D.D., che era in compagnia di altri due amici, avendo notato che uno di questi stava avendo un diverbio con un individuo, giunto a bordo di un’’autovettura Fiat Punto, all’’interno della quale vi era anche la fidanzata, è intervenuto in difesa dell’’amico.

INVESTITO –  Il conducente della Fiat Punto, notato il sopraggiungere degli altri due, è risalito in auto per allontanarsi, investendo il 28enne che era innanzi all’’auto nel momento che ha ingranato la marcia. A causa dell’urto, il 28enne ha riportato lesioni guaribili in 30 giorni, così come accertato dai sanitari dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, dove è stato condotto in seconda cura dopo che era stato trasportato all’’ospedale San Paolo. Inevitabile l’’intervento degli agenti del Commissariato di Polizia “Arenella” per accertare l’’esatta dinamica dei fatti, che sembrerebbe non corrispondere a pieno a quanto dichiarato dai due amici del ferito.

RINTRACCIATO ATTRAVERSO FACEBOOK – I poliziotti, infatti, in tempi rapidissimi, sono riusciti ad identificare il conducente della Fiat Punto. Conoscendo il solo nome dell’investitore, attraverso Facebook, i poliziotti sono riusciti ad individuarlo e, successivamente, identificarlo e rintracciarlo nella sua abitazione nel quartiere Scampia. In buona sostanza sembrerebbe che il litigio tra i giovani, sia scaturito a causa di una banalità: l’’apertura dello sportello dell’’auto, che avrebbe urtato uno dei tre. Il conducente dell’’auto, un tornitore meccanico di 27 anni, avendo notato sopraggiungere i due amici del giovane con il quale aveva avuto il diverbio, è risalito per allontanarsi.

DENUNCIATO –  L’’autovettura del 27enne, rinvenuta dai poliziotti parcheggiata sotto la sua abitazione, presentava oltre al danno al cofano anteriore, compatibile con l’’urto dell’investimento, anche degli evidenti danni alle fiancate, compatibili con dei calci. I poliziotti hanno denunciato, in stato di libertà, il giovane 27enne perché responsabile di lesioni, in attesa di quanto disponga all’’Autorità Giudiziaria.