QUARTO – La coalizione che sostiene la candidatura a sindaco di Quarto Massimo Carandente Giarrusso, già forte di ben sette diverse liste, si arricchisce ancora di più. Ad entrare nella alleanza anche la civica Quarto Bene Comune, attiva sul territorio già da alcuni anni. «Siamo molto soddisfatti dell’ingresso nella nostra squadra delle lista che vede al suo interno persone di spessore e con alle spalle già consolidate esperienze amministrative e politiche – sottolinea Giarrusso – Siamo sempre più lanciati verso la vittoria della nostra coalizione, che si conferma trasversale, “liquida” e che attraversa quasi tutto l’arco costituzionale. Quarto ha bisogno di normalità, di respirare un’aria serena. Cominceremo dalle piccole cose, dalla pulizia e risistemazione delle nostre strade, ben consapevoli delle condizioni in cui si trovano le casse comunali. Serve uno sforzo e tanta forza di volontà e credo che in passato abbia dimostrato che le cose si possono fare anche quando sembravano impossibili. Un esempio su tutti è quello riguardante la raccolta differenziata. Nel 2011 furono in molti a non crederci, a non darmi fiducia. Nonostante ciò, ci riuscimmo e fu un successo».

I PUNTI – Nel programma di Quarto Bene Comune, particolare attenzione è riservata al trasporto pubblico locale e al lavoro. Sul primo punto, nevralgica è una collaborazione con l’Ente autonomo Volturno che gestisce le linee ex Sepsa. Con la holding dei trasporti si punta soprattutto ad un’opera di interscambio tra linea metropolitana e la linea ferrata che attraversa Quarto. Per ciò che riguarda il lavoro, la civica mira a realizzare un rivoluzionario ricambio generazionale attraverso un ciclo di assunzioni da mettere in moto nei prossimi cinque anni. Quarto Bene Comune è l’altra lista civica della coalizione a sostegno di Massimo Carandente Giarrusso assieme a Protagonismo Sociale. Con esse ci sono i partiti Forza Italia, Partito Socialista Italiano, Noi con l’Italia, Lega – Salvini Premier, Rivoluzione Cristiana e Orgoglio Campano.