Filippo Monaco insieme ai vertici dell'Udeur

POZZUOLI – Questa mattina presso l’Hotel San Giuseppe a Pozzuoli il candidato a Sindaco per il centrodestra Filippo Monaco ha presieduto la presentazione della lista dei candidati al Consiglio Comunale dell’Udeur. Un’occasione utile non solo per conoscere e presentare una lista in suo supporto ma anche per fare il punto sulla campagna elettorale.

L’UDEUR– All’evento erano presenti l’ex Senatore della Repubblica Tommaso Barbato ed il commissario cittadino del partito del campanile Veeramani Maharajan. Il commissario cittadino dell’Udeur è stato subito chiaro «Senza la candidatura di Monaco non avremmo presentato alcuna lista, la scelta era inevitabile. –  Una parola poi sulla composizione della lista  –  Sono tutte facce nuove della politica, lavoratori e professionisti. Poi non lesina la frecciatina a Figliolia –  Ha perso le volte precedenti e perderà ancora». Mentre ci va durissimo Barbato «Ho conosciuto Figliolia quando ero dirigente agli acquedotti, non è un galantuomo e non fa quello che dice»

MONACO – Dopo i “padroni di casa” è stato il turno di Monaco che subito stiletta i transfughi della politica puteolana «Tra le fila del centro sinistra ci sono dieci candidati che erano con il centro destra, una sorta di tsunami che ha trasportai candidati da una parte all’altra, per loro il centro sinistra è un comodato d’uso temporaneo. Non mio candido al Comune di Pozzuoli da ormai 15 anni, io sono la vera faccia nuova. – Poi  Monaco para del passato recente sul quale ha da dire la sua  –  I veri responsabili dello sciogliemento della scorsa consiliatura non sono tra le nostre liste.

IN CASO DI SCONFITTA –  Se malauguratamente Monaco dovesse perdere si dice pronto ad una feroce opposizione che può spingersi anche alla sfiducia di un nuovo Sindaco –  Un nuovo commissariamento potrebbe essere una iattura per la città, ma se dovesse essere necessario. Noi , da parte nostra, nei primi cento giorni punteremo a normalizzare la città, quello che oggi è straordinario deve tornare ad essere normale il mio primo obiettivo è aiutare i ceti meno abbienti»

ANGELO GRECO