Mario Massimiliano Cutolo

SPAZIO ELETTORALE AUTOGESTITO

POZZUOLI – Lettera del candidato dell’ UDC Mario Cutolo alla città: “Bisogna crederci nella vita. Si deve lottare duro senza mai mollare. La coscienza civile, con il tempo, prevale sempre sul proprio tornaconto. La popolazione puteolana non crederà al bluf questa volta. Non si lascera’ abbindolare da quella classe politica fintamente populista. Spazio ai giovani si diceva e i giovani sono arrivati (almeno in parte), nuove idee, approccio piu’ fresco atto a svecchiare i meccanismi inceppati del potere; ma gli obiettivi? restano sempre gli stessi: salvare Pozzuoli.

Ma salvarla da chi? Forse da noi stessi, dalla parte ottusa della popolazione eternamente accecata dal proprio interesse, dalla Pozzuoli malata di potere a tutti i costi, dai puteolani fintamente buonisti, dai politici incollati a vita su poltrone impolverate da insuccessi popolari e rovinate da lacerazioni così profonde, da farle finalmente spaccare…ma non a tal punto da farli cadere. Questi signorotti restano aggrappati al proprio personalissimo interesse ad ogni costo, tutto pur di non cedere il passo ai giovani del merito, ai vecchi del futuro non del presente, ai giovani finalmente colti, seriamente motivati, alla Pozzuoli che vive il dramma di non potersi esprimere, insomma alla Pozzuoli che tutti aspettano ma che nessuno lotta per avere. Sono molto amareggiato. In questa fase politica ci si aggrappa a tutto. La discarica del Castagnaro, una catastrofe annunciata, un problema serio e delicato. Un vero politico non approfitterebbe mai ( in maniera meschina ) della campagna elettorale per cavalcare l’onda dei consensi, sfruttare la sensibilità dei compaesani offendendone l’intelligenza. Non c’è dignità in questo. Come cittadino puteolano ma soprattutto come candidato al consiglio comunale, mi associo alla battaglia ma mi dissocio dallo sfruttamento mediatico del dramma!

Pozzuoli ha bisogno di uomini non di illusionisti. Bisognera’ governare questa città all’insegna del bene comune e della trasparenza d’intenti non vivere di ricatti e fragili promesse, paralizzando la cosa pubblica. Una barzelletta bella e buona…..se questa e’ la politica di pozzuoli allora vuol dire (e lo dico con orgoglio) che siamo in totale disaccordo. Il sindaco futuro avra’ tanto da fare e se messo in condizione di poter governare, con l’appoggio di una maggioranza coesa, una minoranza intelligente ed un pull di imprenditori seri (puteolani) al seguito, potrebbe risollevare pozzuoli dal baratro e rilanciarla come capitale turistica regionale. Un governo stabile dovra’ garantirne il suo operato collaborando sinergicamente senza dover mai prestare il fianco alla politica dell’immobilismo. Potremmo essere il fiore all’occhiello della Campania, un’oasi di turismo e benessere, invece no. Abbiamo tanto potenziale ma poco interesse politico nel provarci. Ancora una volta finanziamenti pubblici e privati rinvigoriranno le casse comunali con proposte di investimenti intelligenti,seri e mirati alle esigenze del territorio. Bisogna organizzarsi in maniera coscienziosa, ponderare le scelte e valutare i progetti ,quelli importanti finalizzati allo sviluppo e implementarli sul territorio.

Da oggi nessuna scusa sarà più accettata dal popolo, nessuno di noi potrà nascondersi dietro una maschera politica. I partiti e le rispettive volontà dovranno cedere il passo alle volontà della collettività, alle esigenze di chi ancora ci crede e vuole provare a ridare fiducia alla classe dirigente che questa volta pero’, non potra’ piu’ fallire.

Dott. Mario Massimiliano Cutolo