SPAZIO ELETTORALE AUTOGESTITO

Gennaro Testa (Gozzetto)

POZZUOLI –  E’ a disposizione della sua Città. “Voglio dare una mano”. Gennaro Testa per Pozzuoli, in “contesa” nelle file del Pd, con Figliolia sindaco. Candidato al Consiglio Comunale di Pozzuoli per un atto d’amore.  “In passato ho sempre declinato il cordiale invito. Ora basta. La mia delusione per il secondo commissariamento consecutivo ha portato alla scelta della candidatura. Provarci, offrire il mio contributo  per la mia città”, da parte di un puteolano che da “20 anni vive la quotidianità di Pozzuoli”. Per questo nella sua voglia di concedersi alla gente (non solo in campagna elettorale) guarda alle emergenze.

OBIETTIVI –  “Vivibilità e viabilità. Partire dalle piccole cose per poi pensare ai grandi progetti”. Con una scelta chiara: “con Figliolia sindaco perché la priorità di Pozzuoli è nel riottenere un primo cittadino. Enzo (Figliolia ndr), candidato a sindaco per il centrosinistra puteolano, incarna le caratteristiche del sindaco che ci manca”. E’ un giorno di sole a Pozzuoli. Alla Darsena, a poche manciate dalla “casa” di Gennaro Testa detto Gozzetto e del suo socio Michele Vanacore, un cast cinematografico effettua provini per attori. Per l’ennesima volta è Pozzuoli la location giusta per girare film. Dalla finzione alla realtà, il passaggio non è così arduo, in teoria. Il candidato a sindaco per il centrosinistra Vincenzo Figliolia, i futuri consiglieri e i futuri assessori non hanno la bacchetta magica per trasformare Pozzuoli da scenario di film a quello di un “reality”.

LA RICETTA GIUSTA  però è di dare una stabilità politica a Pozzuoli.  Manca da troppi anni, infatti. Gennaro Testa a poche ore dall’appuntamento con il voto non guarda al risultato personale ma alla Città che deve riottenere la dignità e la credibilità perse.  “Baratto il buon governo della Città con la vittoria personale”. Pozzuoli in pole position, insomma. Al primo posto il “benessere comune”. Gennaro è chiaro, nel giorno del suo compleanno. Negli occhi si legge la stanchezza di chi da “nuovo” è al primo appuntamento con la campagna elettorale.  I ringraziamenti sono doverosi. Comunque andrà è già stato un successo. “Ringrazio i familiari e gli amici che hanno dimostrato un sostegno quotidiano in questa esperienza  bella e unica. Il piacere è di aver sentito in queste settimane un affetto spontaneo da tante persone che hanno capito e hanno mostrato voglia di sostenere la mia candidatura”. Gennaro Testa tuttavia non conosce i numeri della politica essendo un cosiddetto “nome nuovo”. Con tranquillità attende il risultato della sua “prima volta”, ribadendo che “Pozzuoli viene prima di tutto, con Figliolia sindaco”.