L'ex sindaco Magliulo insieme a Fenocchio

POZZUOLI –  Tito Fenocchio prova a mettere un po’ di ironia mista a scaramanzia nella campagna elettorale puteolana. L’occasione è la visita a Figliolia del presidente del Partito Democratico Rosy Bindi. Per il candidato a Sindaco di “Uniti per la Libertà”, l’avvento a Pozzuoli dell’espenonte nazionale del partito democratico è buon auspicio per gli avversari del centro sinistra, dato che anche lo scorso anno la Bindi fece visita a Figliolia e alla fine vinse Magliulo. Quindi, per gli scaramantici la sua venuta martedì a Pozzuoli sicuramente non sarà stata vista di “buon occhio”.

L’IRONIA DI FENOCCHIO –  In questo periodo elettorale i candidati sindaci, Figliolia e Monaco, sono sotto tutela e si fanno  sponsorizzare da politici nazionali che non sanno nulla dei problemi di Pozzuoli e nulla hanno mai fatto per la città. Martedì a sostegno di Figliolia ha partecipato alla campagna elettorale il presidente del partito democratico Rosy Bindi. Già nella passata tornata elettorale ella si fece un ” giretto” per Pozzuoli e vinse Magliulo. La sua presenza è quindi di buon auspicio.Ritorni spesso tra la nostra gente la Rosy Bindi! Siamo noi che rappresentiamo i nostri concittadini , soprattutto noi della lista Uniti per la Libertà che come più’ volte ribadito non abbiamo nè padrini, nè padroni»