POZZUOLI – Anastasia Postiglione Coppola, 47 anni, vive a Pozzuoli e gestisce una scuola materna a Santa Maria a Vico, in provincia di Caserta. Lavora nel mondo del sociale e dell’accoglienza di bambini stranieri in Italia. Per la prima volta si affaccia al mondo della politica ed è candidata con la lista civica “Idea Pozzuoli” a sostegno del sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia. Politiche sociali, ambiente e tutela degli animali sono i temi verso i quali volge il suo sguardo.

Chi è Anastasia Coppola Postiglione? Sono socia di un’associazione che si occupa di accoglienza di bambini stranieri in Italia. Quattro anni fa ho deciso di accogliere una splendida bambina bielorussa pensando di contribuire a rendere migliore la sua vita, ma che ha reso migliore la mia. Ho una grande ricchezza: la mia famiglia e i miei tanti amici che amo come fratelli. Amo gli animali, ho nove cani.

Anastasia, perchè hai scelto di candidarti al consiglio comunale? Questa è la mia prima esperienza politica. Finora ho fatto parte di coloro che vivono la vita politica passivamente. Ora, finalmente, mi sono resa conto che non serve a nulla restare fermi puntando il dito contro tutto e tutti ma che bisogna dare il proprio contributo e partecipare attivamente. Ed io voglio sentirmi utile dando un contributo alla mia città.

Cosa ti piacerebbe fare una volta eletta? Politiche sociali, ambiente e animali, ma sarei disposta a fare di tutto, anche a pulire la piazza della città. Io mi sono messa in gioco. Voglio mettere al servizio della mia città le mie tante energie, le mie capacità di ascolto, di persona volta alla collettività facendomi portavoce delle sue esigenze. Non sono per le promesse lunari, non parlo il “politichese”, sono semplicemente una cittadina travolta dall’onta di cambiamento che sta vivendo la nostra Pozzuoli e che è pronta a dare il suo contributo con tanto entusiasmo ma ancor più con umiltà ed onestà.

Perchè hai sposato il programma del candidato sindaco Figliolia? Figliolia merita la fiducia dei cittadini e la possibilità di proseguire il programma iniziato 5 anni. Questa città ha bisogno di una continuità amministrativa. È innegabile che Pozzuoli è cambiata, molte cose sono migliorate…ricordo una Pozzuoli con problemi che sembravano irrisolvibili… Pensiamo al traffico alla viabilità, all’immondizia, (la differenziata, il porta a porta sembravano un miraggio) certo, c’è ancora tanto da fare, ma sono convinta che per contribuire al totale cambiamento della nostra città noi tutti dovremmo fare la nostra parte per il mantenimento ed il miglioramento di questo grande patrimonio che ci è stato donato.

Come immagini la città del futuro? Una città a misura di bambino e per la famiglia. Senza barriere architettoniche, con spazi verdi e accogliente sia per i cittadini che per i turisti. Non dobbiamo dimenticare che abbiamo la fortuna di vivere in un Paradiso che ha grandissime potenzialità che vanno sfruttate e valorizzate tanto da poter far sì che possa reclamare quella sua prospettiva di nodo nevralgico della periferia occidentale di Napoli e di polo turistico di rilevanza internazionale. C’è bisogno di un cambio di mentalità, al di là dell’ideologia politica, dovremmo educare le nuove generazioni al senso civico, insegnare loro che i beni comuni vanno rispettati come e più dei propri.

Che messaggio vuoi rivolgere agli elettori? Sono una candidata ed il termine “candidarsi” veniva usato dagli antichi romani che si proponevano per attività pubbliche e che per chiedere il consenso agli elettori andavano in giro con abiti candidi che evocavano la purezza e la trasparenza…Ed è proprio di questi abiti che io voglio vestirmi per mettermi al servizio della mia città e di tutti voi.

 

 

*Articolo redazionale elettorale sponsorizzato
Committente: candidata