La rotatoria "progettata" dal nostro lettore

Gentile Direttore,

mi ritrovo a chiederle ospitalità sul suo preziosissimo giornale on-line per approfondimenti su una richiesta di un lettore.

Il Sig. Gennaro in una lettera di qualche giorno fa suggeriva all’amministrazione comunale di verificare la fattibilità di una rotatoria in Piazza Aldo Moro ad Arco Felice.

Stesso argomento è stato da me trattato in passato, su richiesta di diversi cittadini residenti in quella zona unitamente a tanti commercianti.

All’epoca ricordo che, eletto Sindaco Pasquale Giacobbe, vi furono i primi cenni di avvio del programma P.I.U. Europa.

Una delle prime necessità dell’allora Assessore all’Urbanistica Vincenzo Aulitto, unitamente a tutta al Giunta, al consiglio comunale e al Sindaco stesso fu di individuare gli interventi ritenuti prioritari.

Ricordo che, nella zona di Arco Felice, fu pensato allora proprio alla realizzazione di una rotatoria, oltre all’acquisizione del plesso Vittorio Emanuele, per ridare una scuola elementare ad Arco Felice.

Come riportato dal sig. Marco Benevento in un commento alla lettera, e come spesso accade purtroppo sul nostro territorio, appena una cosa cerchi di farla la prima risposta che ottieni è “non si può fare, ci sono problemi tecnici” (vedi mia precedente sul parcheggio sotto Piazza a mare). Chi le scrive è nato ad Arco Felice e ci ha vissuto per 30 anni. Sollecitato dalle richieste di parenti e amici residenti al P.co Caruso mi presi la briga di controllare le indicazioni normative e verificare la cosa. E’ buona norma, qualora il diametro di una rotatoria scenda al di sotto dei 40 mt, effettuare le opportune verifiche sull’inseribilità dei mezzi pesanti (autobus e commerciali). Di seguito le allego quella che fu l’idea del sottoscritto, realizzata sulla base della cartografia del Comune di Pozzuoli e sottoposta ai richiedenti. Per completezza di informazioni la rotatoria in questione ha diametro 24 metri, molti più di quella realizzata a lucrino, rispetta le buone norme per la realizzazione e prevede un senso di percorrenza antiorario che permetterebbe inutili chilometrici giri intorno all’abitato di Arco Felice, con notevole riduzione di traffico, inquinamento e usura delle strade. Resto a disposizione di chiunque voglia avvalersi di questa analisi preliminare in forma totalmente gratuita. Grazie per l’ospitalità e buona giornata.

 

Alberto Cicale

architetto