E' finita a reti inviolate la partita

QUARTO: Afeltra 6, De Gennaro 5.5, Calvanico 5.5 (69’ Cotena 6), Maddaluno 6, Finizio 6, Amoruso 6, Setaro 6 (64’ Colurcio 6), Amendola 5.5, Ciotola 5.5, Formato 6.5, Del Giudice 5.5 (83’ Sasso ng). A disp: Sena, Cinque, Cardinali, Liberatore. All.: Agovino

NAPOLI SANITA’: Martucci 7, Zamparelli 6.5, Severino 6, Palumbo 6.5, Savarese 6, Marra 6, Buonocore A. 6, Basso 5.5, Mele 5 (84’ Guasco 6.5), Gioielli 5 (64’ Imparato 5.5), Rallo 6. A disp: Buonocore L., Palmieri, Gaito, Longobardi, Cocchio. All.: Tarantino

Arbitro: Varriale di Ercolano. Assistenti: Pizza e Scognamiglio di Ercolano

NOTE: Ammoniti: Maddaluno e Ciotola (Q) Palumbo e Basso (NS). Angoli: 5-5. Spettatori: 120 circa con buona rappresentanza ospite circa 40

QUARTO – Al “Comunale” di Quarto sotto un sole rovente con temperatura elevatissima ben al di sopra la norma stagionale, le rinnovatissime (e ringiovanite) Quarto e Napoli Sanità danno vita ad un incontro poco spettacolare, logica conseguenza il risultato di parità a reti bianche. Passando alla cronaca i partenopei presentano in campo subito i due neo-acquisti Savarese e Zamparelli, ma sono privi degli infortunati Spina e Menale, la squadra viene schierata con il 4-4-2 con Martucci in porta, in difesa esterni Marra e Severino (capitano) centrali Palumbo e Zamparelli, a centrocampo esterni Rallo e Buonocore A. centrali Basso e Savarese, in attacco Gioielli e Mele. I partenopei iniziano all’attacco sfiorando la rete in due occasioni la prima al 7’ con Gioielli che impegna il portiere ospite su punizione in corrispondenza della linea sx dell’area di rigore in posizione molto defilata, la seconda occasione arriva al 20’ con lo stesso attaccante sempre su punizione questa volta diagonale dalla dx, che è facile preda del portiere locale, i flegrei rispondono con Amendola al 29’ il quale ottimamente servito da un cross a tagliare l’area di Formato impegna in una parata terra il portiere ospite, il tempo si chiude con un’occasione per i partenopei al 34’ con Basso che fa tutto da solo partendo dal centrocampo ma il suo tiro dal limite è alto. Il secondo tempo si apre con un’occasione per gli ospiti al 49’ con Mele che impegna il portiere con un bel tiro diagonale deviato in angolo, gli ospiti rispondono con 3 occasioni in 8 minuti, la prima al 60’ con Maddaluno che su schema di punizione sfiora la traversa dal limite, la seconda al 62’ con Setaro che con il suo tiro diagonale dalla dx appena entrato in area sfiora il palo, la terza e forse più clamorosa al 68’ con Colurcio che sul filo del fuorigioco s’invola tutto solo davanti al portiere in uscita che gli nega la rete con un grande intervento, l’ultima occasione per il flegrei arriva all’83’ con Formato che con un bel tiro centrale da 20 metri sfiora il palo, la gara si chiude con una grande occasione per i napoletani al 91’ con il neo-entrato Guasco che ottimamente imbeccato sulla fascia dx si libera di due avversari effettuando un tiro cross pericolosissimo che per questione di centimetri sfiora il palo e non viene deviato in rete da Imparato intervenuto in spaccata. Termina dunque a reti inviolate la gara che per entrambe ha il sapore del dolce e dell’amaro, da un lato un punto che fa classifica, dall’altro la consapevolezza che si deve ancora lavorare sull’amalgama per ottenere i livelli dell’anno scorso.

Edgardo Spiezia

(Ufficio Stampa A.s.d. Napoli Sanità)