QUARTO – E’ una 38enne di Quarto la donna che ieri ha perso il bambino che portava in grembo al termine di una furiosa lite con suo il compagno. L’autore delle violenze è D.S.G.M, 45 anni, di Procida. I due, ieri pomeriggio, si trovavano nella loro casa in via Giovanni da Procida quando, al culmine dell’ennesima lite, l’uomo l’ha spintonata violentemente e aggredita lasciandola senza cellulare. Nonostante ciò, la donna è riuscita a chiamare il 112. All’arrivo dei carabinieri della stazione di Procida, la vittima è corsa in strada in preda ad uno stato di panico e in lacrime ha raccontato di essere stata picchiata dal convivente e di essere in stato di gravidanza da 5 mesi.

FETO GIÁ MORTO – La 38enne è stata dapprima condotta poco dopo le 17 in ospedale a Procida e successivamente trasferita in idro-ambulanza presso il “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. Ma per il bimbo che portava in grembo non c’è stato nulla da fare. Dai primi riscontri il feto sarebbe risultato già morto in un periodo riconducibile a circa tre settimane fa e quindi compatibile con un altro episodio di violenza di cui sarebbe stata vittima. In serata il 45enne è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e per aver cagionato l’interruzione della gravidanza.