Il puteolano Antonio Masiello

POZZUOLI –  Ieri sera, i poliziotti della Squadra Mobile di Napoli, hanno arrestato Antonio Masiello, 48enne napoletano originario di Pozzuoli, in quanto ritenuto responsabile di porto e detenzione illegale di arma comune da sparo e relativo munizionamento, nonché di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. L’’arresto è avvenuto verso le 19.30, in Via Teatro Nuovo, nell’’ambito di un’attività di contrasto alla criminalità diffusa nel Quartiere Montecalvario. Nel corso dell’attività, i poliziotti hanno infatti appreso che il 48enne, aveva organizzato presso la propria abitazione, una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti ed in particolare cocaina.

IL BLITZ – Sulla scorta delle risultanze investigative, i poliziotti hanno deciso di effettuare una sortita presso l’’abitazione di Masiello. La particolare localizzazione dello stabile e la presenza di alcuni familiari al suo esterno con funzioni di vedetta non consentivano infatti di poter effettuare una classica attività di appostamento ed osservazione. Approfittando di un momento di pioggia, i poliziotti si sono quindi arrampicati lungo alcune sporgenze delle pareti esterne raggiungendo in pochi attimi l’appartamento sospetto, situato al primo piano dell’’edificio. Contemporaneamente, approfittando dell’’uscita di alcuni condomini, altri poliziotti sono riusciti ad entrare e raggiungere l’’ingresso. Resosi conto di non avere possibilità di fuga, il 48enne ha quindi aperto la porta mostrando atteggiamento collaborativo.

IN POSSESSO DI ARMI E DROGA – L’’uomo è stato quindi sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di una pistola Beretta calibro 6,35, completa di caricatore con 3 cartucce inserite ed illegalmente detenuta. In un cassetto della cucina, sono stati poi rinvenuti, un involucro termosaldato contenente circa 3 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione. La cocaina e la pistola sono state quindi sequestrate ed Antonio Masiello, già noto agli agenti per i suoi numerosi precedenti di polizia, è stato arrestato e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.