La strada finalmente riaperta

POZZUOLI – Con la riapertura di via Consolare Campana è stata finalmente posta la parola fine ad uno dei più imbarazzanti scempi archeologici della città di Pozzuoli. Da qualche giorno infatti la strada che collega la necropoli di via Celle con via Campana è di nuovo accessibile.

UNO SCEMPIO DURATO ANNI– La preziosa strada, che senza dubbio è la meglio conservata di epoca romana di tutti i Campi Flegrei fu chiusa diversi anni fa a causa di una piccolissima frana che riversò qualche metro cubo di terreno lungo il selciato. In poco tempo l’arteria divenne una discarica di ogni sorta di rifiuto, tra questi anche eternit, elettrodomestici e pneumatici. Le barriere poste all’ingresso della strada hanno fatto per anni da terrapieno con oltre un metro di fango e rifiuti che pian piano si sono depositati negli anni.

L'ingresso alla strada durante i giorni della crisi rifiuti

La chiusura della strada inoltre ha permesso che lo spazio immediatamente difronte alla Necropoli venisse utilizzato da molti cittadini come discarica per materiale di risulta e rifiuti ingombranti.

A QUANDO IL RECUPERO DELLA NECROPOLI? -Finalmente si è posta la parola fine ad uno scempio, ma ora resta un altro: quello della Necropoli che versa ancora nell’abbandono più totale. Quando finalmente anche quest’altro “tassello” di questo interminabile mosaico sarà sistemato, lo scempio di via Celle sarà del tutto cancellato e la Necropoli potrà finalmente tornare a riavere il suo splendore.

ANGELO GRECO
[email protected]