DIETOLOGIA – Cambiare dieta a scadenze precise, è di fondamentale importanza per proseguire nella perdita di peso. Il metabolismo di tutti noi, per questioni fisiologiche che si rifanno al processo evolutivo, tende sempre ad adattarsi alla dieta che si sta seguendo, sia essa abbondante o povera. Ciò significa che nella fase iniziale, e chi ha fatto diete lo sa bene, il dimagrimento procede spedito, ma va via via rallentando fino a quasi arrestarsi totalmente. Ciò accade perché il fisico si difende dalla perdita di peso, in quanto il cervello lo avverte come un pericolo imminente, e quindi invia segnali al metabolismo che va ad adattarsi allo schema alimentare. Cambiare dieta dunque è di importanza estrema, lavorare sugli ormoni principali implicati nella gestione del grasso, nello stimolo della fame e della sazietà.

DIETA ORMONALE DEPURATIVA – l’ideale dopo le feste Natalizie, per ridare equilibrio all’insulina e disintossicare un pò il fisico, che come una macchina ingolfata ha bisogno di essere ripulito.

DIETA IPOSODICA – che agisce direttamente sui liquidi in eccesso e sulla cellulite, localizzata per la maggiore nelle zone al sotto del bacino (glutei, coscia).

DIETA MIMA DIGIUNO – Dieta Antitumorale innovativa, porto il fisico ad un ricambio cellulare notevole, durante il quale cellule vecchie, danneggiate e malfunzionanti vengono sostituite da cellule giovani; si apprezza in oltre un abbassamento notevole dei livelli di GH ormone della crescita responsabile della divisione cellulare.

SCARICO PARZIALE DI CARBOIDRATI – Ridurre, ma mai eliminare, i carboidrati, per un periodo di 30 giorni circa, questo per cercare di perdere gli ultimi chili sfruttando l’abbassamento, se pur temporaneo e non invasivo, dei livelli di insulina, innescando in tal modo l’azione di ormoni che favoriscono il processo dimagrante. Ricordatevi sempre che la dieta non è sofferenza, ma benessere, non è costrizioni, ma scelte.