baffiDIETOLOGIA – Dimagrire non è una questione di calorie, ma una questione ormonale! Troppo spesso si dà un’ attenzione ingiustificatamente eccessiva all’aspetto calorico, leggendo sulle confezioni il contenuto in calorie dell’alimento che si vuole acquistare. Ma un piatto di pasta contenente 200 calorie circa, è equivalente ad una fetta di carne contenente lo stesso quantitativo calorico? In termini calorici sicuramente si, ma a livello fisiologico mangiare l’una o l’altra cosa fa una differenza enorme.

DISINTOSSICARE – La prima fase di dieta deve basarsi su due aspetti critici, il riequilibrio ormonale e la disintossicazione del fisico. Quando parliamo di ormoni ci riferiamo a una specifica categoria ormonale che gestisce il peso corporeo, l’appetito, la sazietà, l’accumulo e lo smaltimento di grassi.

L’ORMONE – L’insulina è l’ormone cardine sul quale lavorare. E’ un ormone secreto dal pancreas in risposta ai livelli di zuccheri circolanti, ha una risposta dose dipendente, più zuccheri ingeriamo più insulina verrà prodotta e viceversa. L’insulina svolge un ruolo chiave sui centri della sazietà, infatti è l’ormone che “spegne” il senso di fame. Gestisce in oltre il lavoro svolto dagli “ormoni del digiuno”, secreti a digiuno o in assenza di zuccheri, quando mangiamo proteine ad esempio. Dunque la prima fase di dieta deve basarsi su una regolazione ormonale specifica, che porta ad un dimagrimento veloce, sano e soprattutto controllato. Regolare l’insulina è la chiave di tutto, detta i tempi sia per l’accumulo che per lo smaltimento di grassi. Ho trattato pazienti che avevano seguito le più drastiche diete proteiche avendo così un blocco del dimagrimento, ma dopo l’introduzione di carboidrati nella dieta il metabolismo ha ripreso il suo camminano portando ad un dimagrimento anche di 5 Kg in due settimane, questo a dimostrazione del fatto che gli ormoni sono la chiave di tutto, e la classica dieta proteica non fa altro che scombussolare un equilibrio fondamentale.

LA DMD – La terza fase prevede una forte disintossicazione del fisico, mediante la più potente dieta antitumorale e disintossicante mai scoperta e testata, la Dieta Mima Digiuno, della durata di 5 giorni, che oltre a garantire una perdita solo della massa grassa, elimina metalli pesanti, e rigenera le cellule del sistema immunitario.

IL CASO – La ragazza in foto ha perso 40 chili circa seguendo questo percorso, ma soprattutto facendo del benessere il suo stile di vita, facendo della dieta la sua quotidianità.