Dieta mediterranea e salute cardiovascolare

DIETOLOGIA – In questo nostro incontro porgeremo ancora una volta l’attenzione sulla dieta mediterranea, considerata un modello eccezionale di alimentazione da numerosi report scientifici di tutto il mondo, dieta utilizzata nella prevenzione di tante malattie, soprattutto quelle cardio-circolatorie,grazie agli alimenti utilizzati nel suo schema base.

 

LO STUDIO – Un gruppo di scienziati Usa (della “Johns Hopkins University School of Medicine”) ha riunito una serie di dati importantissimi nell’ OmniHeart in Florida durante uno degli ultimi meeting dell’ American Heart Association. Il dottor Meghana Gadgil, uno dei coordinatori dello studio, ha affermato «L’introduzione del giusto tipo di grassi (polinsaturi) in una dieta sana, parliamo dei grassi del pesce azzurro e della frutta secca utilizzati nella dieta mediterranea, è un altro strumento per ridurre il rischio di malattie cardiache in futuro». Gadgil insieme al suo gruppo di scienziati ha analizzato le influenze sull’apparato cardiovascolare di tre differenti diete, prendendo in esame 164 persone lievemente ipertese (ma non affette da Diabete alimentare o di tipo 2, questo per evitare interferenze). Così gli scienziati hanno confrontato la capacità dell’organismo di regolare i livelli di glicemia e di insulina durante ciascuna delle tre diete.

 

I RISULTATI – I tre programmi dietetici tre diversi approcci nutrizionali: una dieta ricca di carboidrati, una dieta ricca di proteine e una dieta ricca di grassi insaturi. Alla fine dello studio, gli esperti hanno realizzato che una dieta equilibrata con una giusta assunzione di grassi insaturi rende molto più gestibile l’insulina rispetto a una dieta ricca di carboidrati (soprattutto carboidrati raffinati come la farina bianca) aiutando a mantenere costanti i valori di pressione sanguigna e glicemia. I grassi insaturi contenuti come detto in alimenti quali l’olio extravergine di oliva, le noci, i semi oleosi, il pesce, sono gli alimenti da prediligere come sottolineano gli scienziati, che esaltano il modello delle diete tipiche di Paesi come la Grecia o il Sud d’Italia, che appunto favoriscono il consumo di acidi grassi polinsaturi, oltre che di frutta, verdura e cereali grezzi. La dieta mediterranea continua cosi’ a rappresentare un modello alimentare sano ed equilibrata e soprattutto benevolo per il nostro cuore.

 

COS’E’ LA DIETA MEDITERRANEA? – La dieta mediterranea non è uno vero e proprio programma dietetico, ma un insieme di atteggiamenti ed abitudini alimentari tradizionalmente seguite dalla popolazione della regione mediterranea. La dieta mediterranea prevede un elevato consumo di frutta, verdura, patate, legumi, frutta secca, semi, pane e cereali, l’uso dell’olio d’oliva per cucinare e per condire (possibilmente a crudo), discrete quantità di pesce, poca carne, piccole quantità di formaggio e yogurt intero, consumo moderato di vino (soprattutto rosso) con un’attenta alimentazione basata su prodotti locali, stagionali e freschi ed uno stile di vita attivo.

 

DOTTOR ROSARIO PORZIO