LICOLA –  Ogni giorno aumentano sempre di più. Da queste parti i rifiuti sembrano non mancare mai. Proliferano in continuazione sputandone sempre dei nuovi. Incivili che senza farsi alcuno scrupolo scaricano in strada qualsivoglia rifiuto pur di sbarazzarsene. E il luogo “preferito” dove poter disfarsi dei propri rifiuti, senza essere visti da nessuno, è Licola Mare, nei pressi della spiaggia libera dell’omonima frazione tra i comuni di Pozzuoli e Giugliano.

RIFIUTI VICINO AI LIDI –  Cumuli di immondizia maleodorante e altra sporcizia fanno cattiva mostra di sé lungo la strada che costeggia i lidi. Questo è lo “spettacolo” che si presenta agli occhi di chi intende farsi un bagno o prendere il sole sulla spiaggia libera: bottiglie di plastica e di vetro, scatoloni di cartone e di polistirolo, fazzoletti sporchi, carta, indumenti, pneumatici, preservativi, medicinali usati e tanto altro ancora. Infatti l’aria sembra essere infestata da un odore a dir quanto sgradevole. Una puzza di qualche alimento andato a male e ce ne sono tanti. Tra cui gli scarti di pesce, sversati come se nulla fossero in mezzo a tutto il resto. Così si presenta l’ingresso della strada –  il cui accesso è impedito, oltre che per la quantità di rifiuti presenti, anche  dai  blocchi di cemento – che conduce a una porzione del litorale flegreo-giuglianese ormai deserto e privo di servizi pubblici. Dunque, non sembra essere proprio un bel biglietto da visita per il turista che, prima di godersi una vacanza da queste parti, ci pensa più di una volta.

LE FOTO –