POZZUOLI – Dopo 12 anni il sogno di Rosaria Saughelli e Carlotta Barone è diventato realtà: finalmente si sono sposate, la loro è ufficialmente una unione civile. Le due ragazze dei “600 alloggi” di Monterusciello hanno detto “si” questa mattina alle 12 a Palazzo Toledo, davanti al sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, che per la prima volta ha celebrato un’unione tra persone dello stesso sesso. Dopo la cerimonia e le foto di rito, Rosaria e Carlotta hanno festeggiato con una sessantina di invitati, tra parenti e amici, presso il ristorante “White Chill Out” di via Napoli.

L’AMORE – L’amore tra le due ragazze, amiche fin da ragazzine, è sbocciato 12 anni fa. Era il 17 settembre del 2005 quanto Rosaria e Carlotta si diedero il primo bacio e da allora non si sono più lasciate. «Eravamo due amiche, ci raccontavamo le nostre delusioni d’amore, uscivamo insieme per andare in discoteca a ballare. Poi, dopo anni di amicizia, non sappiamo nemmeno come, è nata una forte attrazione, però non lo ammettevamo perchè per noi sembrava impossibile -raccontano le due donne- Non volevamo rovinare la nostra amicizia e rimandavamo sempre ogni sguardo e ogni volta che ci veniva il desiderio di baciarci. Ma l’attrazione tra di noi cresceva sempre di più fino a quando è diventato un vero amore. E oggi, dopo 12 anni, finalmente il nostro sogno è diventato realtà».

L’APPELLO – Rosaria e Carlotta, in questo giorno magico, lanciano un appello a tutte le coppie omosessuali: «Non nascondetevi perchè anche questo è amore. E’quando un amore è sincero e leale non va nascosto, ma vissuto alla luce del sole».