Rafa Benitez insieme a Procolo Lubrano

POZZUOLI – Rafa Benitez e il punto di contatto con Walter Mazzarri. Cena nella “tana” che fu del suo predecessore. Tra le tante differenze che emergono tra la precedente gestione tecnica e quella attuale del tecnico spagnolo, ecco un’analogia. Mister Rafa ha conosciuto le prelibatezze della cucina flegrea che offre la famiglia Lubrano presso la tenuta Convivium nei pressi del parco archeologico di Cuma. Lì dove nella passata stagione agonistica calciatori, staff tecnico, e quello sanitario, “facevano gruppo” ogni giovedì, nel rush finale del campionato, per il patto Champions. Per centrare l’ultimo obiettivo dell’era Mazzarri: la qualificazione diretta alla Champions league 2013/2014. Con il passaggio di consegne da Mazzarri a Benitez, il nuovo staff tecnico si è trovato in Champions league, senza passare dalla roulette russa del turno preliminare.

 

LA CONTINUITA’ CON MAZZARI – E così Benitez ha accolto l’invito di Procolo Lubrano, e dei figli Alberto e Marianna, “facendo la spola” tra portate di terra e di mare. Immerso nella natura, e incantato dagli incantevoli paesaggi flegrei, il commensale Rafa si è fatto raccontare delle cene portafortuna che la squadra che fu di Mazzarri svolgeva in gruppo alla tenuta Convivium di Cuma sino a pochi mesi fa. “Mister, la attendiamo la prossima volta con tutto il gruppo: porterà bene anche stavolta”. Benitez ha sorriso e ha promesso che prenderà in considerazione la possibilità di cenare con il tutto il gruppo di lavoro a Cuma, ripristinando la cena della “suerte”. Benitez per adesso ha conosciuto in solitudine la cucina dello chef di Convivium e la preziosa cartella dei vini. Non ha portato bene, considerando l’andamento della prima trasferta in Champions league, in casa dell’Arsenal. Ma con una cena di gruppo, facendo “quadrato”, il risultato potrebbe risultare diametralmente opposto.

ANTONIO RUSSO