Dj Zeton "superstar" del God's Party

BRASILE – Chi lo ha detto che la religione è solo penitenza e preghiere. Dal Brasile ecco che arriva la “Cristoteca”, una discoteca tutta dedicata a Gesù Cristo e alla religione cristiana. Nelle “Cristoteche” si balla a ritmo di Christian Trance, o Gospel remix, ma potete ascoltare anche il salmo 23,  riadattato in versione techno e diventato un vero successo firmato dagli Ziggybeats. Mentre i giovani ballano, si divertono e si avvicinano alla fede ecco che sulle pareti delle singolari discoteche compaiono immagini sacre e versi della Bibbia.

IL PRETE DEEJAY – Ideatore del fenomeno, che negli ultimi tempi sta sbarcando anche in Europa, è l’ormai famosissimo dj Zeton al secolo Padre Joseph Anthony , un prete dj che ha lanciato questa nuova moda in Brasile da ormai 10 anni. «Molti pensano che ballare sia solo un modo per arrivare a fare sesso – racconta “dj Zeton”, conosciuto in Brasile come “dj diue”, in un articolo apparso su L’Espresso – ma io credo che se i messaggi nei testi delle canzoni e l’ambiente fanno capire ai ragazzi che quello è solo un momento per divertirsi, ballare può diventare soltanto un modo per entrare in armonia col proprio corpo. Non bisogna per forza vedere sessualità ovunque». Inutile dirlo ai “God’s party”, così vengono chiamate le serate danzanti a sfondo religioso, alcool, droghe, sigarette e vestiti succinti sono severamente proibiti