Il treno deragliato

Messaggio:
Egregia redazione, torno a scrivere sulle vostre pagine dopo la segnalazione sul parcheggio sotto piazza a mare, per effetto del deragliamento del treno della società SEPSA S.p.A. La tratta Gerolomini-Cappuccini della ferrovia in questione è chiaramente obsoleta. Leggo i commenti all’articolo da voi pubblicato e devo constatare la carenza di informazione della gran parte dei commentatori. Il piano regionale dei trasporti di ormai qualche anno fa, ha previsto interventi sulla linea cumana, prevedendo, per la zona di Pozzuoli consistenti interventi. In particolare proprio dalla stazione di Gerolomini era stata prevista una galleria (che tra l’altro pare sia stata anche realizzata) che superasse cappuccini e pozzuoli per spuntare a vallone mandria, dove doveva sorgere la nuova stazione della cumana di Pozzuoli (Villa Maria). La stessa Villa Maria avrebbe dovuto ricevere consistenti opere di restauro e consolidamento, atte a trasformala in stazione. Era inoltre previsto un restyling della stazione “cantieri”. Tutto questo, con finanziamenti a valere su fondi P.O.R. e F.A.S. Da allora sono passati tanti anni, qualche opera è stata fatta, molte altre no. Delle due stazioni, nemmeno l’ombra, della galleria ho scritto prima, ma pare che questa sia priva di “attrezzaggio”, ossia binari tralicci cavi elettrici e quant’altro necessario per renderla funzionale. La necessità di liberare finalmente Pozzuoli da questa tratta di binari superficiali, attraversamenti pedonali e passaggi a livello ( con conseguenti rischi per l’incolumità) è chiaramente ancora attuale. Tra l’altro si creerebbero delle aree dismesse lungo tutta la dorsale posteriore di Via Napoli che potrebbe essere oggetto di interessanti progettazioni, sia come aree di parcheggio sia come verde attrezzato, sia come spazi a servizio della collettività. Si potrebbe altresì pensare all’eliminazione del cavalcavia che fiancheggia la stazione di Pozzuoli attuale, non essendo più necessario superare i binari, e magari prevedere la salita lungo la attuale via pergolesi, debitamente allargata.Tutto questo potrebbe essere oggetto di una interessante programmazione delle opere pubbliche della attuale amministrazione comunale, di concerto con la Regione Campania, che ha la titolarità della regia sugli investimenti comunitari e nazionali.

Buona giornata

Alberto Cicale