BACOLI– Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso dal Coordinamento delle Periferie che analizza il comune flegreo nell’era della raccolta differenziata.

È FINALMENTE UNA REALTA’ – la scorsa settimana, l’amministrazione ha esteso la raccolta differenziata “porta a porta” a tutto il territorio comunale, accolta con entusiasmo dalla cittadinanza che la aspettava da tempo.

LO SFORZO compiuto da questa amministrazione nello allontanare lo spettro delle periodiche “emergenze rifiuti” è in linea con quanti hanno lottato già dal luglio 2006 (impedendo la prima della “Cavalleria Rusticana” ridotta a passerella politica degli imperatori dell’epoca) e rivendicato in ogni sede i più elementari diritti a viver in un paese sano, pulito e dignitoso. Una “battaglia di civiltà” portata avanti estenuantemente in questi anni fino alla manifestazione nel consiglio comunale del 10/12 durante il quale l’assessore Massa si impegnò entro 6 mesi a raggiungere il 50 % di differenziata e rimuovere i cassonetti da tutto il comune, assicurando (caso unico nella storia di Bacoli) le sue dimissioni qualora non ci fosse riuscito: impegno mantenuto e di cui ne diamo atto.

Ovviamente tutt’oggi ci sono limiti e carenze. In particolare, evidenziamo:

1) l’urgente necessità di un’isola ecologica premessa indispensabile per una “differenziata di qualità” e per il contenimento dei costi ;

2) la pubblicazione quanto prima del “piano per la raccolta differenziata” rapportando i costi del servizio col personale addetto ;

3) un maggior controllo nel rispetto dell’ordinanza sull’obbligo di distribuzione di buste in MATER-BI (materiale biologico) nonché sulla raccolta dei rifiuti, evitando che i sacchetti selezionati dai cittadini vengano “mischiati” ;

4) incentivare l’uso del compostaggio domestico, con norme meno farraginose  ed accessibili a tutti .

Compito del movimento sarà appunto quello di vigilare costantemente su questi punti e di stimolare continuamente le istituzioni a fare di meglio e di più: a tal fine proponiamo che venga costituito un tavolo periodico amministrazione – cittadini per un confronto diretto sulle problematiche rifiuti.

COMUNICATO STAMPA