La droga era conservata sottovuoto in sacchetti di cellophane

CASTELLAMMARE DI STABIA – Ha finto di vivere nella casa del padre per sfuggire all’arresto, ma gli agenti del Commissariato di Polizia  “Castellammare di Stabia” erano già sulle sue tracce e, sabato sera, sono riusciti a rintracciare ed arrestare Vincenzo Buonocore di 48anni, perché responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente.

SMASCHERATO DAL PADRE – Nel pomeriggio di sabato, i poliziotti sono riusciti a rintracciare l’uomo all’interno di un bar, di cui è titolare la figlia, ed avvisato che avrebbero dovuto effettuare una perquisizione presso la sua abitazione, al fine di eludere l’arresto, questi li ha condotti nell’abitazione paterna, sita nel Comune di Lettere, al piano terra. L’anziano genitore, però, ha smascherato il figlio dichiarando agli agenti che lo stesso non viveva più con lui da tempo, ma divideva con la sua famiglia due appartamenti ubicati al primo e secondo piano di quello stesso stabile.

ARRESTATO  –Il 48enne, appreso che gli agenti erano lì alla ricerca di droga, ha consegnato un involucro, custodito nelle tasche del jeans indossato, all’interno del quale vi era della marijuana. Nel primo appartamento i poliziotti non hanno trovato nulla ma, nella stanza da  bagno al secondo piano, all’interno di una cesta portabiancheria di vimini, sono stati rinvenuti oltre 1 chilo di marijuana, custodita in 11 involucri di cellophane. Sul balcone della camera da letto, inoltre, gli agenti hanno sequestrato 10 piante di dimensioni tra i 20 ed i 50 centimetri, coltivate in 3 vasi da fiori. I poliziotti hanno anche rinvenuto e sequestrato, sul tavolo in cucina, un bilancino di precisione. A quel punto,  Buonocore è stato arrestato e condotto al Carcere di Poggioreale.