BACOLI – Il sindaco Giovanni Picone ha rassegnato le proprie dimissioni. La clamorosa decisione è arrivata dopo il tonfo registrato durante il consiglio comunale di martedì, al termine del quale parte della sua maggioranza ha di fatto bocciato uno dei provvedimenti più importanti: l’introduzione del ticket per le vie del mare. Questa mattina, preso atto di quanto accaduto ieri, Giovanni Picone ha protocollato la lettera di dimissioni presso il comune di Bacoli.

IL TONFO – A decretare lo stop al provvedimento che avrebbe comportato il pagamento di una “tassa” per residenti e non intenzionati a raggiungere i lidi della città, è stato il consiglio comunale nella seduta di martedì. Se da una parte l’addio all’introduzione della “gabella” viene salutato come una buona notizia, soprattutto dai frequentatori di spiagge, dall’altra rappresenta l’acme della crisi all’interno della maggioranza che sostiene (o che oramai sosteneva) il quasi ex primo cittadino. A votare contro il Put – il Piano urbano del traffico che includeva, appunto, il ticket – è stato il capogruppo del Pd Gianluca Schiano e la sua collega di partito Lina Laringe. Poco prima era stata la maggioranza a votare contro un emendamento presentato dallo stesso Schiano che poi avrebbe così consumato la sua “vendetta”.

Giovanni Picone

MANCATI INTROITI PER 700MILA EURO – Una batosta anche sul piano finanziario: la mancata approvazione del Piano, infatti, comporterà anche un gettito minore per le casse di via Lungo Lago – intorno ai 700mila euro – e tutto ciò a pochi giorni dalla convocazione dell’assise durante la quale si dovrà approvare il bilancio, inserita in agenda per il prossimo lunedì 16 aprile. Un’approvazione non più rimandabile, sulla quale è arrivata anche la diffida da parte della Prefettura a fare presto.

“SI TRAGGANO LE CONCLUSIONI DOVUTE” – «Il consiglio comunale ha quindi smentito il sindaco, la sua giunta e la maggioranza, su uno dei provvedimenti più importanti per la vita dell’ente: quello della gestione della viabilità e, nel particolare, del traffico estivo – sottolinea dai banchi dell’opposizione Josi Della Ragione – Un fatto politico di assoluta rilevanza su cui ci auguriamo che il sindaco Giovanni Picone, per il bene della città di Bacoli, possa trarre le conclusioni dovute».