L'uomo armato di taglierino ha tentato di rapinare la banca dove è correntista

BAGNOLI – Ha svestito i panni da cliente per indossare quelli da rapinatore. Così, una volta entrato nella banca dove è titolare di un conto corrente, ha tentato di svaligiarla dopo aver minacciato un impiegato con un taglierino, per poi essere bloccato dai poliziotti intervenuti prontamente sul posto. Così è finito in cella Francesco Fedele 38enne, napoletano, arrestato dagli agenti del Commissariato di Bagnoli per essersi reso responsabile dei reati di tentata rapina aggravata, porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e lesioni personali.

IL TENTATIVO DI RAPINA – Mercoledì mattina, i poliziotti sono intervenuti in un’ agenzia di una banca in via Diocleziano, a seguito di richiesta di aiuto per la segnalazione di una persona armata di taglierino all’interno della stessa. Giunti sul posto, gli agenti hanno accertato che l’uomo, correntista di quella filiale,  armato di taglierino pochi attimi prima minacciava un impiegato intimandogli di consegnargli il denaro custodito nelle casse tentando poi, con tono minaccioso, di farsi consegnare la pistola dalla guardia giurata.

BLOCCATO – In quella circostanza, la guardia giurata ed alcuni dipendenti della banca hanno tentato di bloccare l’ uomo. Pertanto né  è nata una colluttazione a seguito della quale un impiegato e la guardia giurata per le ferite riportate sono dovuti ricorrere alle cure mediche ospedaliere. Gli agenti, immediatamente intervenuti hanno quindi bloccato l’ uomo e lo hanno arrestato. Il taglierino utilizzato dal “rapinatore- correntista” è stato sequestrato. Nella mattinata di domani l’ uomo sarà giudicato con il rito direttissimo.