Bobò e i ragazzi del "Piper" insieme al presidente Aurelio De Laurentis

POZZUOLI – Tanti tifosi, entusiasmo alle stelle e…odori e sapori del golfo di Pozzuoli. Questo il mix che ha accolto Gonzalo Higuain e accompagnato la festa del Napoli nel ritiro di Dimaro. Sugli scudi la cucina puteolana, voluta dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentis che ha portato in trentino lo chef puteolano Giuseppe Bruno detto “Bobò”, titolare dell’omonimo ristorante e i ragazzi della pasticceria “Piper Dolci” Vincenzo Palumbo, Antonio Caiazzo, Antonio Impesi e Luigi Spina, partiti da Pozzuoli all’alba di mercoledì 24 luglio alla volta del ritiro azzurro. Sono stati loro a deliziare calciatori, allenatore, staff tecnico e presidente con una cena a base di pesce terminata con un buffet di dolci.

 

IL MENU’ – Ricco il menù servito agli azzurri, con prodotti giunti direttamente da Pozzuoli: Mozzarella di bufala, parmigiana di pesce bandiera, parmigiana di cicinielli, polpo in insalata, polpo in guazzetto, zuppetta di frutti mare, cappellacci alla Sofia con ripieno di tartufi e gamberi, spaghetti ai ricci di mare, orata e gamberoni. E “dulcis in fundo”, le delizie di “Piper Dolci”: zeppolone, crostate di frutta, babà e profiterolles.

 

CURIOSITA’ – A dare man forte in cucina, anche il capitano Paolo Cannavaro, che si è cimentato nella decorazione dei dolci. Infine, dopo la festa, è andata in scena una “cena-bis” con gli chef impegnati a preparare pietanze  per il Pipita Higuain, il padre e il suo entourage. Particolarmente affascinati dalle pietanze “made in Pozzuoli” il tecnico Rafa Benitez e il presidente De Laurentis, che ha annunciato per i prossimi giorni una serata in “grande stile” in quel di Pozzuoli. Da Bobò e Piper ovviamente….

 

GENNARO DEL GIUDICE

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]