Il presidente del comitato anti-discarica avvocato Luigi Rossi

CASTAGNARO – Ieri c’era stato il duro comunicato stampa divulgato ieri dal Sindaco di Quarto Massimo Carandente Giarrusso attraverso il quale veniva smentita l’esistenza di un consiglio comunale straordinario convocato per la giornata di oggi. Notizia falsa che, a detta del comunicato, era riportata sui manifesti affissi ad opera del comitato “No alla discarica del Castganaro”. Nel documento inviato alla stampa inoltre il primo cittadino scriveva:  “Non ci sarà alcun Consiglio Comunale straordinario anzi denuncerò tutto quanto alle forze dell’ordine perché questo è un chiaro atto intimidatorio nei confronti del sottoscritto e dei Consiglieri Comunali”.

EBBENE, nella giornata di oggi è arrivata la seccata risposta da parte del presidente del Comitato anti-discarica, l’avvocato Luigi Rossi, il quale ha inviato alla nostra testata, dopo lo stupore espresso ieri per le parole del sindaco, una lettera aperta a diffusione pubblica che pubblichiamo di seguito insieme al comunicato inviato ieri dal sindaco Giarrusso:

LA LETTERA –  Ill.mo Sig. Sindaco, in proprio ed in qualità di Presidente del Comitato Castagnaro le comunico quanto segue. Le Sue dichiarazioni di cui al comunicato stampa del Comune del 20.03.2012, riprese anche dagli organi di stampa locali, mi lasciano, a titolo personale e rappresentativo, del tutto sconcertato e basito. Ed invero, oltre ai buoni rapporti di sempre, proprio poche ore prima della diffusione della Sua dichiarazione, in seno alla conferenza stampa del Comitato, ho pubblicamente ringraziato la S.V. per l’opera svolta fin d’ora, invitando i Sindaci dell’area flegrea a prenderla come esempio di lealtà, correttezza e impegno concreto alla risoluzione del problema comune. E’ per questo motivo che le Sue dichiarazioni mi lasciano a dir poco allibito. Inoltre, nonostante il tempo trascorso, per quanto a mia conoscenza, non è arrivata smentita alcuna.  

Pertanto, con la presente, La invito pubblicamente, ove ritenuto opportuno, a rettificare o smentire il contenuto della Sua dichiarazione, almeno nella parte relativa alla presunta intimidazione, che probabilmente non si riferiva al Comitato o alla mia persona, nel più breve tempo possibile in modo da mettere a tacere una situazione che di certo non giova ad alcuno. 

Ovviamente, qualora Lei non si adoperi per tanto, dovrò ritenere confermato il contenuto tutto della Sua dichiarazione, e non potrò che rispettosamente prenderne atto, riservandomi ogni più ampia iniziativa di replica. Nella speranza che si sia trattato solo di un malinteso, e che Lei immediatamente e pubblicamente precisi l’assenza di ogni comportamento intimidatorio a noi imputato, con la stima di sempre mi pregio di porgerLe   Ossequiosi Saluti

AVV. LUIGI ROSSI  

IL COMUNICATO STAMPA DIVULGATO IERI –  “Non ci sarà alcun Consiglio Comunale straordinario anzi denuncerò tutto quanto alle forze dell’ordine perché questo è un chiaro atto intimidatorio nei confronti del sottoscritto e dei Consiglieri Comunali. Come ho più volte ribadito, non ammetto pressioni di alcuna natura sul Consiglio Comunale dunque smentisco categoricamente la convocazione dell’Assise in questa settimana”. Con queste dure parole il Sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, ha voluto smentire quanto viene diffuso in un manifesto affisso sui muri della Città a firma del Comitato “No alla discarica al Castagnaro” ovvero la convocazione di un consiglio comunale straordinario per domani, mercoledì 21 marzo. “Noi proseguiamo la nostra lotta contro la realizzazione della discarica nelle forme e nei modi costituzionalmente previsti e lo abbiamo dimostrato con la giornata di lutto cittadino che ha coinvolto più di 20 mila cittadini ma non ammettiamo pressioni di questo tipo: questa amministrazione e questo Consiglio Comunale sono e saranno sempre liberi da ogni pressione, di qualsiasi natura essa sia” – chiosa il primo cittadino quartese.