Cartoni elettorali vicino ai cassonetti

In piena emergenza rifiuti con le strade invase dalla “munnezza” e con una raccolta differenziata che tarda a decollare (e chissà se lo farà mai!), ci manca solo che chi dovrebbe dare il buon esempio si comporti “peggio”. E purtroppo è così. A Quarto, al Corso Italia proprio difronte alla scuola media “De Filippo”, qualche “genio” ha lasciato i cartoni dov’erano contenute le schede per l’ultimo referendum vicino al cassonetto (neanche all’interno!) dei rifiuti indifferenziati. Con tanto di logo del Ministero dell’Interno (come da foto). Bravi. Proprio voi che dovevate dare l’esempio e che siete stati pagati con i nostri soldi, non sapete neanche smaltire un paio di cartoni (uno dei materiali più utili alla differenziata). Dimenticavo: nei pressi dei bidoni abbiamo anche notato una pattuglia della Polizia Municipale (impegnata in zona per salvare un povero gattino arrampicatosi su un noce) che indifferenti hanno snobbato il cartone ministeriale.

ALFIO STRANO
www.weekinprogress.it