I genitori durante la protesta di giovedì

POZZUOLI – La diatriba “IV Circolo Didattico” – “Scuola Media Quasimodo” ha trovato la sua soluzione. In mancanza di un accordo tra le due dirigenti scolastiche, ad imporla è stato Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, che in maniera “coatta” ha imposto che scuola media e scuola elementare vengano divise in due ali separate della struttura scolastica. Il decreto è stato comunicato questa mattina alle due direzioni scolatiche e si attende che da subito vengano prese le giuste misure in merito.

IL SINDACO –  «Abbiamo estremo rispetto dei ruoli e delle prerogative di autonomia che sono in capo ai dirigenti scolastici – spiega il sindaco Vincenzo Figliolia – Ma dopo aver constatato che il buon senso non era riuscito a prevalere nei rapporti tra le due dirigenti scolastiche, per il bene della scuola e come giustamente chiesto da decine di genitori il Comune si è dovuto sostituire alle due dirigenti, stabilendo per decreto quali sono gli spazi per le classi elementari e quali per le medie, con netta separazione tra le due ali dell’edificio». Dal Comune quindi è arrivata anche la “soluzione tecnica” alla diatriba, l’ente infatti ha tutti i poteri per poter decidere, quante e quali aule debbano andare ad una scuola e all’altra.

LA STORIA – L’ex Vittorio Emanuele, in attesa di ricevere le proprie aule all’interno di quello che sarà il “Comprensivo Quarto – Pergolesi” ad Arcofelice, per il terzo anno consecutivo è ospito all’interno della Scuola Media Statale Quasimodo. Per i primi due annui la convivenza della scuola media con quella elementare è andata alla perfezione, con i lavori scolastici sia dell’una che dell’altra, non hanno avuto alcun intoppo. Anzi, per l’ex Vittorio Emanuele la “soluzione Quasimodo” dopo anni di peregrinare (siamo all’undicesimo anno) è stata senza dubbio la migliore, sia a detta dei genitori che del personale docente. Quest’anno con l’arrivo del nuovo dirigente scolastico alla Quasimodo le cose sono cambiate: la nuova dirigente infatti ha deciso di inserire nell’ala dedicata esclusivamente alle elementari tre prime medie ed una terza, suscitando l’ira di tutti. Tra i più preoccupati le famiglie dei piccoli allievi che non hanno mai accettato la possibile convivenza di due realtà così diverse. La decisione di Sindaco ed Assessore è arrivata dopo che giovedì scorso si sono recati presso la scuola ed hanno potuto toccare con mano lo stato delle cose.

ANGELO GRECO