Sindaci e avvocati contro la soppressione del Giudice di pace di Pozzuoli

CAMPI FLEGREI –  Il giorno 14 giugno del 2012, nella sala avvocati del Tribunale di Pozzuoli,  convocata dal Sindacato Forense Puteolano, si è tenuta la prima delle riunioni programmate con i sindaci della amministrazioni locali per affrontare la problematica della soppressione  del Tribunale e del Giudice di Pace di Pozzuoli,  minacciata dal governo Monti, nell’ambito del progetto di accorpamento degli Uffici Giudiziari. All’incontro, hanno partecipato i sindaci Vincenzo Figliolia (Pozzuoli), Massimo Carandente Giarrusso (Quarto), Ermanno Schiano (Bacoli), l’assessore Nunzia avv. Nigro (in rappresentanza del sindaco di Monte di Procida); nonché il Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Gianfranco Mallardo ed il Direttivo del Sindacato Forense Puteolano.

CONTRO LA SOPPRESSIONE –  Gli avvocati hanno rappresentato le conseguenze nefaste che deriverebbero, per la  cittadinanza tutta,  dalla soppressione degli Uffici Giudiziari di Pozzuoli,  con possibile accorpamento  al Tribunale di Napoli  o, addirittura,  Santa Maria Capua Vetere. Ciò, con la irrimediabile perdita, per il territorio flegreo, del presidio di legalità e giustizia,  rappresentato dalla storica presenza del Tribunale. Tutti i Primi cittadini presenti hanno manifestato ferma volontà  di  farsi carico del problema che investe tutti i cittadini flegrei. Il  sindaco di Pozzuoli  si è impegnato a convocare, in tempi stretti,  una riunione tecnica col compito di   valutare  le soluzioni più idonee a garantire la permanenza sul territorio flegreo  degli Uffici Giudiziari.

L’IMPEGNO –  Infine, si legge nel comunicato stampa diramato in giornata  dal Sindacato Forense Puteolano “I componenti del Direttivo del Sindacato Forense Puteolano ringraziano, a nome di tutti gli avvocati del comprensorio flegreo,  i sindaci, presenti,   per l’attenzione, la sensibilità e l’impegno  promesso   nella soluzione del problema che  minaccia  tutti gli operatori del settore ma, innanzitutto, l’intera  cultura civica e giuridica, che costituisce patrimonio di tutti i  cittadini dei Campi Flegrei”.