Piazza della Repubblica presidiata (foto Comune di Pozzuoli)

POZZUOLI – Week end all’insegna dei controlli in tutti i Campi Flegrei. A Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida l’azione di repressione contro caos e movida violenta è stata massiccia. Una task force che ha visto impegnati Carabinieri e agenti di Polizia Municipale che ha regalato due giorni di “normalità” su tutto il territorio flegreo. E a Pozzuoli fino alle 2 di notte è sceso in campo anche il sindaco Agostino Magliulo, che ha assistito alle operazioni dei caschi bianchi diretti dal nuovo comandante Carlo Pubblico, in tandem con i militari della Compagnia di Pozzuoli coordinati dal Comandante Roberto Spinola.

PARCHEGGIATORI E MENDICANTI MESSI IN FUGA – Il cuore della movida puteolana spaccato in due: la zona di Via Napoli e del lungomare “Sandro Pertini” sono stati monitorati dalla Polizia Municipale, scesa in campo con 8 pattuglie (in tutto 16 uomini) che ha elevato oltre 50 contravvenzioni e rimosso numerose automobili in sosta vietata. Fenomeno, quello dei parcheggi “selvaggi” , che in questa zona in più di un’occasione ha creato problemi anche per gli interventi dei mezzi di primo soccorso. Inoltre, la presenza dei caschi bianchi ha fatto da deterrente al fenomeno dei  parcheggiatori abusivi, scomparsi in questi due giorni. Mentre diversi mendicanti e venditori ambulanti irregolari sono stati allontanati.

Il Sindaco Magliulo con il Comandante Pubblico (Foto Comune di Pozzuoli)

MILITARI IN AZIONE – Contemporaneamente in Piazza della Repubblica e nella zona del Porto, vigilati dai Carabinieri  sono stati oltre venti i motocicli sottoposti a sequestro per mancanza di polizza assicurativa, per guida senza casco e senza patente. Carabinieri che hanno agito su tutto il territorio flegreo. Tra Pozzuoli e Bacoli durante i controlli alla circolazione stradale, i militari hanno denunciato 13 persone. Durante un particolare servizio di “controllo alla circolazione stradale e di contrasto all’illegalità diffusa”, sono stati denunciati per inosservanza di un provvedimento di autorità un 33enne, un 36enne ed un 33enne, tutti di Pozzuoli ed un 30enne di Frattamaggiore, sorpresi ad esercitare, abusivamente, l’attività di parcheggiatore nella zona Portuale di Pozzuoli; per guida senza patente un 27enne di Napoli, un 19enne ed una 31enne, entrambi di marano, un 32enne di Pozzuoli ed un 34enne di Quarto; per guida sotto l’influenza di alcol un 33enne di Giugliano ed un 47enne di Villaricca.

Magliulo e cittadini durante i controlli anti movida selvaggia (foto Comune di Pozzuoli)

CONTROLLI ANCHE A BACOLI E MONTE DI PROCIDA – Mentre a Bacoli hanno denunciato  per gareggiamenti in velocità con veicoli a motore un 28enne di Pozzuoli ed un 25enne di bacoli, sorpresi alla guida di motocicli di grossa cilindrata mentre gareggiavano ad alta velocità in strada. Inoltre a Monte di Procida durante il servizio è stato segnalato alla prefettura un 23enne residente della zona trovato in possesso di 2 grammi di hashish per uso personale. In totale i Carabinieri durante hanno contestato 69 infrazioni al codice della strada, sequestrati 30 veicoli e irrogate sanzioni amministrative per 9.234 euro. Soddisfazione è stata espressa dagli esercenti commerciali, dai residenti e dai visitatori.

LA SODDISFAZIONE DEL SINDACO MAGLIULO – A Pozzuoli in molti hanno voluto in strada ringraziare personalmente il sindaco. “Siamo all’inizio – ha affermato Magliulo – il programma per una città vivibile è pronto per essere realizzato. È in corso, infatti, un tavolo di concertazione con la Capitaneria di Porto, il Demanio e il Comune per garantire un aumento dei parcheggi in città“. Unico “neo” della due giorni di repressione al caos di certo non imputabile ai controlli voluti dal Sindaco, un incidente stradale con rissa che sarebbe avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Via Napoli, nei pressi del lungomare. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli. “Vigili urbani e carabinieri hanno lavorato in modo sinergico per contrastare fenomeni che mortificano questa splendida città – ha precisato il sindaco Magliulo – Il lavoro delle forze dell’ordine e dell’Amministrazione municipale deve continuare e contrastare ogni forma di illegalità. C’è necessità di lavorare perchè Pozzuoli sia realmente la città che vale, bella da vivere”.

GENNARO DEL GIUDICE
gennarodelgiudice@cronacaflegrea.it

FOTO: da comunicato stampa