Napolinvespa: il tour per i Campi Flegrei in sella a una vespa

POZZUOLI – E’ una scena da cartolina che non può non rievocare il celebre film “Vacanze Romane” con Gregory Peck e Audrey Hepburn abbracciati in sella a una vespa. La località non è Roma, siamo a Pozzuoli, attraversando i Campi Flegrei. Dal gusto un po’ retrò, il giro della città in vespa è d’obbligo per Dario Buonfantino e Ambra Serù ideatori di “Napolinvespa”. Un’iniziativa che vuole stimolare un turismo non standardizzato. «La nostra idea – spiega Buonfantino – è mostrare non solo le bellezze paesaggistiche e culturali della nostra terra, ma soprattutto far sentire napoletani, per un giorno, i turisti in visita».

Napolinvespa propone gemellaggi con mostre e luoghi d'arte

IN GIRO PER SOLFATARA E PISCINA MIRABILIS – Il tour organizzato a bordo di uno scooter, per coppie e comitive, prevede una guida turistica specializzata, un driver esperto che conduce il motociclo e la possibilità di scegliere tra vari tipi di visite o di creare un percorso personalizzato. Da quello classico per i vicoli e quartieri del centro storico di Napoli, alla scoperta dei beni storici e folcloristici della città passando per i panorami mozzafiato del lungomare e di Posillipo, all’itinerario flegreo che giunge all’Anfiteatro Flavio, alla Solfatara e, attraversando i quattro laghi, alla Piscina Mirabilis costeggiando il Castello di Baia e la Casina Vanvitelliana. Immancabile la possibilità di vedere la Costiera Amalfitana, lungo la rotta che da Sorrento va a Minori, attraverso Positano, Amalfi e Ravello. «I Campi Flegrei sono meno richiesti – spiega l’ideatore – ma comunque apprezzati, peccato che alcuni orari, come quelli dell’Anfiteatro Flavio non siano molto flessibili, quindi spesso si sceglie altro tipo di visita».

4 ORE DI PASSEGGIATA – Il vespa tour promuove anche gemellaggi con mostre ed eventi in città nelle quattro ore di passeggiata includendo i ticket di ingresso nei siti previsti. Non manca la dolce sosta per poter gustare il tipico caffè napoletano accompagnato da una selezione di dolci locali nei più esclusivi bar.
«Siamo gli unici in Campania a offrire questo servizio – conclude Buonfantino – c’è una buona richiesta, soprattutto da turisti stranieri, finlandesi, australiani, tedeschi, anche perché si tratta di qualcosa di originale. Il nostro pubblico è molto variegato, dai giovani alle famiglie con bambini fino a coppie di anziani». Il tour su due ruote inizia appena saliti a bordo, ogni visitatore è collegato con un interfono così da ascoltare tutte le indicazioni della guida durante il percorso e rivivere al contempo i momenti d’oro degli anni ’60. Infine un cadeaux di artigianato locale, offerto ai partecipanti, è il ricordo di una lieta giornata particolare.

VIOLETTA LUONGO

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]