Il Lago Lucrino incluso tra i laghi da riqualificare

CAMPI FLEGREI – Dall’Unione Europea arriva l’ok per il Progetto Grandi Laghi Flegrei. Sessantacinque milioni per risanare e valorizzare i luoghi. «Il progetto che forma un unicum con gli altri Grandi Progetti tesi al recupero ambientale e, in particolare, con quello relativo alla Bandiera blu del Litorale Domitio (pure approvato dalla Commissione europea): potrà così essere attuato il risanamento ambientale sia del tratto costiero casertano che di quello a nord di Napoli, da Pozzuoli, a Cuma, a Licola, a Monte di Procida, nonché il risanamento idraulico dei Laghi flegrei (Lago d’Averno, Lago Lucrino, Lago Fusaro e del Bacino Miseno). Un’area meravigliosa e di straordinaria rilevanza ambientale e turistica». Così l’assessore regionale Edoardo Cosenza, delegato del presidente Caldoro al coordinamento strategico dei Grandi progetti.

11 APPALTI PREVISTI – «In particolare – ha proseguito Edoardo Cosenza – con questo via libera potranno partire gli 11 appalti previsti dal Grande Progetto Laghi Campi Flegrei, le cui gare sono curate dal Comune di Pozzuoli in quanto soggetto attuatore. “Vorrei ricordare – ha concluso l’assessore regionale – che tra i lavori previsti, oltre a quelli riguardanti il miglioramento dello stato di salute dei laghi e del tratto costiero, vi sono anche le opere di realizzazione delle reti fognarie di intere zone del comune di Pozzuoli (Cigliano, Monterusciello e via Campana), di Bacoli, Monte  di Procida e Quarto (via Kennedy, via Casalanno, via Marmolito, via  Pantaleo)».

RITORNO ALL’ANTICO SPLENDORE – Grande soddisfazione è stata espressa anche dal neopresidente della Commissione Urbanistica Pasquale Giacobbe per «l’approvazione del Grande progetto che certamente sarà motore trainante di turismo per la città di Pozzuoli. Un progetto che riporterà finalmente il litorale di Lucrino e i laghi flegrei al loro antico splendore. Ho sempre sostenuto personalmente questo progetto anche sotto la mia amministrazione, sia quando fu bocciato dalla giunta Bassolino sia oggi che finalmente vede la felice intuizione del presidente Caldoro»

ULTERIORE TASSELLO – «L’approvazione – ha detto il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro – è un altro tassello per la riqualificazione ambientale dei nostri territori e rappresenta un’ ulteriore conferma di fiducia dell’Europa verso la Regione Campania».