Pendolari raggiungono le stazioni a piedi sui binari

CAMPI FLEGREI – Ancora trasporti nel caos nei Campi Flegrei. A causa di un improvviso blocco della circolazione ferroviaria dovuta alla protesta dei dipendenti della EAV, centinaia di pendolari sono rimasti bloccati lungo le stazione della line Cumana che collega la stazione del capoluogo Montesanto con i comuni dell’hinterland flegreo Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida. Disagi dunque anche nelle stazioni di Torregaveta, Lucrino, Arco Felice, Gerolomini dove, in alcuni casi, la rabbia e l’esasperazione hanno spinto i viaggiatori a spostarsi a piedi lungo i binari per raggiungere le stazioni di destinazione.

 

LA RABBIA – «Quello che è successo oggi – dichiarano il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli ed Enzo Ciniglio del comitato “No ai tagli dei treni della Circumvesuviana” – è inaccettabile. E’ arrivato il momento che a partire dall’ assessore Vetrella fino a Polese vadano tutti a casa travolti dalla vergogna e senza auto blu. La situazione dell’EAV è ormai una questione di ordine pubblico, intervenga il governo, sollevi dalle competenze la Regione e affidi tutto al Commissario Voci e si renda esecutivo il piano di risanamento, si sospenda ogni procedura di gara per la liberalizzazione del servizio. Quello che è esploso oggi covava nell’aria da tempo. Un blocco senza alcun preavviso di tutto il comparto Eav con occupazioni di binari, sedi e uffici non si era mai visto prima d’ ora. Tra l’ altro molti cittadini, a loro rischio e pericolo, esasperati dalle lunghe attese e privi anche delle minime informazioni si sono mossi sui binari della Cumana e della Circumvesuviana a piedi per raggiungere le stazioni successive. Si è trattato di azioni pericolosissime che avrebbero potuto mettere a serio rischio l’ incolumità di questi utenti e trasformare la protesta in tragedia. Sono proprio i pendolari, è bene ribadirlo, le principali vittime della cattiva gestione e dei conseguenti scioperi che hanno travolto l’ Eav con tutta la Circumvesuviana e Cumana».

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]