I Granata schierati a centro campo prima dell'inizio della gara

POZZUOLI – Inizia con una sconfitta in casa per 2 – 1, contro il San Severo guidato da Danilo Rufini, il campionato della Puteolana. Mister Ambrosino conferma dall’inizio il modulo e gli uomini provati nella rifinitura di venerdì pomeriggio al “Conte”. L’ultimo arrivato in casa granata Ciro Foggia, fa reparto da solo in attacco. Alle sue spalle il quintetto composto, sulle fasce da Guidelli e Cigliano e al centro da Sardo e da Visciano cn Napolitano libero di agire sul tutto il fronte della trequarti. Parte subito forte la Puteolana, che nei primi quindici minuti di gioco si rende più di una volta pericolosa in avanti soprattutto con Paolo Sardo. Il San Severo di mister Rufini, dopo l’avvio a spron battuto dei granata, comincia a prendere le giuste contromisure. Ed i frutti di questo lavoro vengono immediatamente raccolti. Infatti al 25’ su calcio d’angolo battuto dalla sinistra, il San Severo passa in vantaggio con un colpo di testa di Conte, lasciato tutto solo al centro dell’area di rigore e con la complicità di Alcolino che non esce su una palla che poteva essere sua. Subito dopo lo svantaggio iniziale, la Puteolana prova a reagire ma la manovra offensiva risulta troppo sterile. Sul finale di primo tempo, il San Severo cerca di approfittare dell’incerta retroguardia granata ma De Vivo a tu per tu con Alcolino, non sfrutta l’occasione mandando la palla del 0-2 sul palo esterno.

Lino Siciliano ha provato a dare a scossa ma non ci è riuscito

LA RIPRESA – La ripresa non porta alcun novità in casa Puteolana, che si presenta con gli stessi undici del primo tempo. Una scossa ai granata la prova a dare l’ex Turris Visciano, che con un tiro dalla distanza sfiora di poco la rete del pareggio. Ma come accaduto nella prima frazione di gioco, all’offensiva della Puteolana, il San Severo risponde con un gol. Al 10’ La Dogana è lesto ad insaccare a porta vuota il 2 a 0 per i pugliesi. L’azione del raddoppio ospite nasce da una banalissima palla persa da Imbriaco. Complice nell’occasione, una precedente deviazione sulla traversa di Salvati che mette fuori causa il portiere Alcolino. Mister Ambrosino prova a dare una scossa ai suoi, inserendo Cimmino e Siciliano al posto di Imbriaco e Cigliano. Siciliano prova subito a farsi vedere, ma il suo tiro dai trenta metri finisce alto sulla traversa. È il 30’ del secondo tempo quando Foggia, sembrato a corto di preparazione e comunque poco assistito dai compagni, prova a rendersi pericoloso con un tiro che finisce però alto. Gli scarni tentativi di rimonta della Puteolana, complice anche il buon gioco espresso dal San Severo, sembrano svanire del tutto, quando nei minuti finali di gara, il capitano Signore si fa espellere, lasciando i suoi in 10 uomini. Ma quando tutto sembrava perduto, ecco che a seguito di un atterramento in area del San Severo, il signor Marchese della sezione di Cosenza, assegna un calcio di rigore ai padroni di casa della Puteolana. Sul dischetto si presenta Nando Salvati che trafigge Simone, realizzando l’1 a 2. Nei 5 minuti di recupero, la Puteolana si tuffa tutta in avanti alla ricerca del paraggio, tentativi che però risulteranno al 95’ del tutto vani.

GENNARO VOLPE

LA CLASSIFICA

[standings league_id=5 template=extend logo=false]