MONTE DI PROCIDA – Il Mons Procyda vince il match contro la Nuova Ischia ed approda alla fase finale degli spareggi dove incontrerà il Calpazio.

LA GARA – Partita bella al cardiopalma terminata dopo i tempi supplementari con i gialloblù che hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo vincendo 2-1, con il sigillo del “pistolero” Franco Palma che si procura un rigore al 8′ del secondo tempo supplementare. Il match parte con i padroni di casa in avanti con Marigliano autore di un bel tiro destro dalla distanza, appena al 4′ della prima frazione di gioco. Al 10′ il Mons Prochyta conquista una punizione al limite dell’area, realizzata da Marco Di Matteo, straordinario per tutti i 120 minuti di gioco, che supera la barriera isolana e va di poco fuori. Al 18′ è ancora “Harry Potter” Di Matteo, che calcia una punizione ma blocca Mennella. Al 27′ del primo tempo Francesco Marigliano da fuori area cerca l’eurogol calciando ma l’estremo difensore ischitano devia. Il tecnico Ambrosino perde al 31′ il prezioso difensore Riccardo Zinno costretto ad abbandonare il campo per via di un infortunio. Al 34′ sono gli ospiti con Saurino che provano ad impensierire il Mons Prochyta ma Emanuele Casolare, classe 2000, con la sicurezza di un portiere over esperto, blocca tutto con una bellissima uscita. La prima frazione di gioco termina al 44′ con Del Deo per la Nuova Ischia che prova a concludere a rete con una punizione, e con il Mons Prochyta che risponde con Marigliano che non riesce a siglare 1-0. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

IL SECONDO TEMPO – La seconda frazione di gioco parte con gli ospiti in avanti al 4′ con Gianluca Saurino che cerca di impensierire Casolare. Ma non tarda ad arrivare la risposta del Mons Prochyta: all’8 Marco Di Matteo diviene autore di un tiro mancino insidioso dal limite dell’area di rigore, che però non riesce ad entrare alle spalle della porta difesa da Mennella. Ma il match è davvero acceso: al 18′ ci prova Camorani con un tiro dai 25 metri circa, che va fuori, e al 20′ è ancora Di Matteo che cerca il favore del gol ma blocca tutto l’estremo difensore ospite. Al 21′ però cambia il risultato: su angolo conquistato dagli ischitani, Ciro Saurino salta più in alto di tutti,svetta di testa e il pallone si insacca alle spalle di Casolare che nulla può, gelando il pubblico del “Vezzuto-Marasco”. Il Mons Prochyta cerca di reagire: al 27′ con Colandrea che prova la giocata vincente ma non individua bene lo specchio della porta. Al 30′ il tecnico Ambrosino perde per infortunio il centrocampista Francesco Marigliano costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Al 35′ con Palma che lancia Petrone che però calcia debole. Al 36′ ancora il 2000 Petrone che ha l’occasione del pareggio ma sciupa. Ma al 45′ della seconda frazione di gioco i gialloblù conquistano un angolo, stavolta è Lubrano, classe ’97, a saltare più in alto di tutti e di testa sigla il gol del pareggio che fa esplodere di gioia il pubblico del “Vezzuto-Marasco” e che rimette i montesi in corsa per la promozione. Al 50′, in piena fase di recupero, arriva una nuova occasione gol per Petrone che non ha la freddezza necessaria per andare in rete.

I SUPPLEMENTARI – Il match termina sul 1-1 e passa alla fase dei tempi supplementari: al 1′ ci prova Ciro Saurino nuovamente di testa, ma si oppone la traversa, al 8′ è Franco Palma a cercare il gol con un tiro destro che va fuori. Super uscita di Casolare che blocca l’azione offensiva ischitana. Allo scadere del primo tempo supplementare ci riprova Roberto D’Auria che ha una ghiotta occasione gol, con il tiro che però va sopra la traversa. Il secondo tempo supplementare parte al 2′ con una punizione dello splendido Di Matteo, spettacolare in tutto il match, che va di poco fuori. Ma al 8′ il “pistolero” Franco Palma viene atterrato in piena area e l’arbitro concede un calcio di rigore, realizzato dallo stesso capocannoniere del girone, che fa esplodere di felicità il pubblico sugli spalti e porta il Mons Prochyta sul 2-1. Gli ospiti restano in 10 uomini per l’espulsione di Di Costanzo, qualche minuto dopo per un fallo viene espulso anche Gianluca Saurino. Ma i gialloblù sono sempre avanti: al 11′ punizione di D’Auria che va di poco fuori. Ma il full time arriva dopo un recupero di 2 minuti e porta il Mons Prochyta alla fase degli spareggi che si disputeranno la prossima domenica 21 maggio allo Stadio “Vezzuto-Marasco” di Monte di Procida contro il Calpazio. Lode a tutta la squadra del tecnico Ambrosino che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo vincendo una partita ostica, nonostante i due infortuni cruciali di Zinno e di Marigliano.

IL TABELLINO

MONS PROCHYTA: Casolare ’00, De Luca, Del Giudice M., Lubrano ’97, Tizzano, Zinno (31’pt D’Auria), Caputo, Marigliano (30’st Caccavale), Colandrea ’00(33’st Petrone ’00), Di Matteo K, Palma. A disposizione: Del Giudice G., Rotta, Durazzo ’00, Arborino ’98. Allenatore: Salvatore Ambrosino.

NUOVA ISCHIA: Mennella, Errichiello ’99, Matarese(43’st Di Spigna), Marano(19’st Arcobelli), Del Deo, Di Costanzo, Trani ’97, Saurino C., Saurino G., Camorani, Filosa ’00(37’st Di Massa ’98). A disposizione: Telese ’98, Paradiso, Cuomo ’97, Muscariello ’97. Allenatore: Isidoro Di Meglio.

RETI: 66′ Saurino C., 90′  Lubrano, 113’Palma rig.

AMMONITI: Arcobelli, Saurino C., Del Deo, Trani, Camorani, Marigliano, Caccavale, De Luca.

ESPULSI: Di Costanzo, Saurino G.

ANGOLI MONS PROCHYTA: 8.

ANGOLI NUOVA ISCHIA: 2.

RECUPERI: 1’PT, 6’ST.

ARBITRO: Augusto Quattrociocchi di Latina.

ASSISTENTE N.1: Alessandro Ruocco di Ercolano.

ASSISTENTE N.2: Michele De Capua di Nola.

SPETTATORI: 300 circa.