BARANO D’ISCHIA. Il Monte di Procida perde contro un corsaro Barano che sfrutta l’unica palla gol concreta e conquista la vittoria, buona la prestazione di tutta la squadra che ha dato l’anima nel corso di tutto il match.
IL PRIMO TEMPO –  Montesi in avanti al 1’ con bella punizione di Capuano respinta dalla barriera. Al 8’ Barano in avanti con Accurso, che calcia alto. Al 10’ punizione dai 30 metri circa, posizione laterale,  calcia Capuano e va di poco fuori. Al 12’  ancora gialloblù, con  Costagliola da fuori area e il pallone va alto.
I ragazzi di Mazziotti, impostano bene il gioco e costruiscono trame interessanti: al 25’ punizione conquistata dai montesi, batte capitan Di Matteo e occasionissima per Valoroso che di testa schiaccia deciso ma ha poca fortuna.  Al 29’ Petruccio pennella un meraviglioso cross per Attanasio che calcia deciso ma  Martucci diviene autore di una super parata, e nega la gioia del gol al centrocampista gialloblù.
Al 39’ si fanno vedere in area montese i padroni di casa, pericoloso Riccio e il pallone va fuori.
Al 40’ ripartenza montese  con Costagliola che  apre per Valoroso ma il pallone va fuori,  ed ancora al 46’, punizione insidiosa dai 30 metri circa per i montesi,  calcia Capuano che costringe Martucci a respingere con i pugni. La prima frazione di gioco scorre e termina sullo 0-0.

IL SECONDO TEMPO – Il secondo tempo si apre con l’ingresso in campo di Raffaele D’Orsi, che fa il suo esordio in campionato con la maglia gialloblù. I ragazzi di Mazziotti fin da subito sono in avanti. Al 5’ fallo su Lucignano e il Monte di Procida conquista una punizione dai 30 metri circa: s’incarica della battuta Capuano e il pallone va di poco alto.  Al 9’ punizione conquistata da Valoroso batte capitan Di Matteo che pennella uno splendido tiro, e Martucci si supera con una super parata. All’11’ si fanno vedere i padroni di casa, con un tiro di Rizzo, che va fuori. Al 12’ da punizione di centrocampo per i gialloblù batte Costagliola, in area svetta di testa Capuano e il pallone va di poco fuori. Al 15’ bella incursione del Monte di Procida, con Capuano che apre per Lucignano, ma l’attaccante viene anticipato con i pugni da Martucci, gialloblù sempre più pericolosi. Occasione per i padroni di Casa al 17’ ma blocca tutto Casolare, due minuti dopo, al 19’ Barano in dieci uomini per doppia ammonizione di Monti.
Al 22’ punizione al limite dell’area centrale per il Barano, tira  Angelo Arcamone e va alta. Al 25’ capitan Di Matteo apre per Attanasio, che calcia alto.
Al 28’ ci prova da fuori area, Gennaro Lucignano e blocca Martucci. Però al 30’ il risultato cambio: il Barano sfrutta una ripartenza, e va in rete G.G. Arcamone.
I montesi cercano subito di reagire:  al 35’ passaggio di Attanasio per Raia, che apre per Lucignano che svetta di testa, e il pallone va di poco sopra la traversa. Al 42’ angolo di Coppola, salta più alto di tutti,  D’Orsi  che colpisce la palla di testa, con poca fortuna.  Un Monte di Procida davvero sfortunato, perché nonostante le tante costruzioni interessanti non riesce a pareggiare. Al 47’ occasione gol per Costagliola, autore di un tiro basso ed angolo, ma viene deviata da Martucci.
Il match termina sul 1-0, una sconfitta che lascia l’amaro in bocca per la buona prestazione della squadra, che ha dominato per gran parte della gara.

TABELLINO.  

BARANO: Martucci, Errichiello, Accurso, Ferrari K, Monti, Chiariello, Arcamone G.G., Capone, Arcamone A., Rizzo(20’st Di Costanzo). Migliaccio. A disposizione: Di Chiara, Trani, Scritturale, Di Massa, Cuomo, Filosa. Allenatore: Giuseppe Monti.

MONTE DI PROCIDA: Casolare, Petruccio(40’st De Simone), Esperimento, Costagliola, Punziano, Autiero(1’st D’Orsi), Valoroso(32’st Raia), Attanasio, Lucignano, Di Matteo K, Capuano(34’st Coppola). A disposizione: Carezza, Carrano, Buonfino. Allenatore: Marco Mazziotti.

MARCATORE: 30’st Arcamone G.G.
AMMONITI: Petruccio, Punziano, Monti, Rizzo, Esperimento, D’Orsi.
ESPULSO: Monti
RECUPERI: 3’pt, 4’st.
CALCIO D’ANGOLO BARANO: 2
CALCI D’ANGOLO MONTE DI PROCIDA: 2
ARBITRO: Vittorio Palma di Napoli
ASSISTENTE N.1: Alessandro Grieco di Torre del Greco
ASSISTENTE N. 2: Giuseppe Palomba di Torre del Greco
SPETTATORI: 150 CIRCA.