Salvatore Ginestra mattatore Rione Terra

POZZUOLI – Inizia con un tennistico 6-0 l’avventura del Rione Terra targato mister Giuseppe Perna.  Al “Conte” di Arco Felice non c’è stata partita contro il malcapitato Real Nocera. Un’ iniezione di fiducia per la squadra dell’antica rocca che, al di là della larga vittoria, ha messo in campo quella voglia di prevalere, che latitava negli ultimi match.  Primo Tempo: Pronti via e Nasti porta in vantaggio i suoi: tiro-cross dall’out sinistro che beffa il portiere ospite ed è già 1-0. Tiro o cross? Non è dato saperlo. Al 4’ Ginestra sfiora il gol della domenica : il suo sinistro al volo dal limite sfiora i montati della porta avversaria. Al 6’ il 2-0 è realtà. Mischia in area, De Maio (Real Nocera) trattiene Serio e l’arbitro, senza indugi, indica il dischetto. Ginestra dagli 11 metri è una sentenza. Colpo del K.O. per il Real Nocera che, dal canto suo, avrebbe anche la possibilità di riaprire i giochi ma De Martino, approfittando di un errore di Esposito, spara al lato di Maione.  Il primo tempo finisce così, Rione Terra padrone della partita e forte del doppio vantaggio.

 

LA RIPRESA – Secondo Tempo: Nella seconda frazione va in scena il festival del gol. I padroni di casa, complice un Real Nocera fuori dalla partita e atleticamente non irresistibile, dilagano. Corre il 17’ minuto: pressing del Rione Terra, pasticcio della retroguardia ospite e Ginestra deposita facilmente in rete il pallone che vale il 3 a 0. Gli uomini di Perna, bravo a motivare i suoi in così poco tempo, non si fermano. A fissare il punteggio sul 6 a 0 ci pensano Serio (al 27’e 35’), con una bella doppietta e uno scatenato Ginestra (al 30’), con una spettacolare punizione dai 25 metri. A fine partita, dopo le deludenti ultime uscite, si risolleva l’animo di squadra e società. Il Presidente Di Bonito tuttavia non si scompone: ”Mi dispiace innanzitutto per mister Scamardella- esordisce così il patron- Volevamo dare una scossa alla squadra che ci è parsa un po’ molle, abbiamo optato per il ritorno di Perna proprio per questo. Oggi abbiamo avuto vita facile ma sappiamo benissimo che per fare bene dobbiamo lavorare. L’atteggiamento dei ragazzi è stato molto positivo, mi complimento con loro.”

 

ANTONIO CARNEVALE