Nonostante la pioggia il pubblico non ha fatto mancare la propria presenza

QUARTO – È andato in scena ieri al Giarrusso di Quarto la prima edizione del “Trofeo Campi Flegrei” che vedava impegnati, Quarto, Sibilla e Puteolana 1902. il torneo di è disputato con l’ormai nota formula dei tre mini incontri da 45 minuti.

VINCE LA SIBILLA – Ad imporsi i bacolesi vincitori sul Quarto per 2 – 0 con doppietta di Alyev e poi sulla Puteolana 1902 con un rigore dell’ex Liccardi. Malissimo proprio la blasonata Puteolana di Sorrentino che ha perso pure contro il Quarto per 1 – 0. Pochi spunti tecnici, troppo vicina la Coppa Italia per Sibilla e Quarto e la seconda di campionato per la Puteolana 1902 per vedere match “vivi” agonisticamente e tecnicamente interessanti.

BENE SIBILLA E QUARTO – Va comunque spesa più di una parola di lode ai reparti offensivi di Quarto e Sibilla, un lusso per entrambe le categorie. D’Auria – Palma – Tucci, è più che un lusso per il campionato di Promozione, mentre la Sibilla con Liccardi – Di Matteo – Alyev ha un tridente di peso per l’Eccellenza. Il Quarto si candida per essere la squadra da battere nel proprio girone di Promozione, dove dovrà fare i conti con squadre ben attrezzate come San Pio Mondragone e Giugliano, mentre la Sibilla può essere la sorpresa in un’Eccellenza molto competitiva.

I presidenti delle tre squadre flegree che hanno preso parte al "1°torneo Campi Flegrei"

A BOCCA ASCIUTTA LA PUTEOLANA – Se i reparti offensivi di Quarto e Sibilla brillano langue quello della Puteolana 1902, zero gol e poche occasioni nei due mini match.  Contro il Quarto si è visto anche un papabile per il ruolo di centravanti: Marco Riccio, classe ’92 ex enfant prodige della Juve Stabia, acquistato a suon di migliaia d’euro dal Napoli, che lo scorso anno ha giocato la seconda parte di stagione in serie D con il Nola, totalizzando 4 reti in 19 presenze nella sua prima esperienza tra i “grandi”. La sola presenza di un giocatore in quel ruolo ha dato un minimo di spazio di movimento a Letizia e Siciliano che hanno potuto provare a fare qualcosa palla al piede. Non è detto che Riccio venga tesserato, o che una volta tesserato sia lui l’unico “puntero” dei granata. Infatti, è impossibile pensare di fare un intero campionato con sole due punte di ruolo, questo la dirigenza lo sa e sta correndo ai ripari.

ANGELO GRECO