Al 93' Murolo ha avuto la palla buona per la vittoria

POZZUOLI – Decisamente due punti persi più che uno guadagnato. Questo può essere il bilancio post Puteolana 1902 – Monos Polis, una gara a tratti a senso unico che i granata avrebbero meritato di vincere.

OUT LETIZIA – Sorrentino deve rinunciare ancora a Letizia, che non va nemmeno in panca, in panchina ci va invece il neo acquisto D’Agostino, mentre è arruolabile in mezzo al campo Conte. Sulla linea di difesa confermatissimo D’Ascia assieme a Signore e Luongo mentre Imbriaco prende il posto di Sabia che si accomoda in panca. Avanti è Murolo a far coppia con Borrelli. Per i pugliesi invece solo panchina per i giustizieri dell’andata De Tommaso e Pereyra.

PRIMO TEMPO – La Puteolana parte subito bene piazzandosi nella metà campo avversaria e gestendo la gara senza affanni. Ma al primo affondo gli ospiti passano, con un tiro fuori di Strambelli. La rete degli ospiti però è viziata da un possibile fuorigioco di Majella, che al momento di fare la sponda per l’11 pugliese era ben oltre i difensori di casa. La Puteolana accusa il colpo e rischia dopo due minuti di capitolare nuovamente ma la conclusione di Montaldi colpisce il palo interno e termine tra le braccia di Ciccarelli. Passano i minuti ed i granata riprendono in mano la gara ed al 31′ Borrelli ha la palla buona per il pareggio, ma il 9 granata a porta vuota prova a piazzare il tiro che però è troppo lento e la difesa libera poco prima della linea. Il pareggio arriva a 2 minuti dal termine con Loiacono che insacca in una mischia furibonda. Passa un minuto e Murolo ha la palla buona per portare i suoi in vantaggio, ma la sua sforbiciata dal limite dell’area piccola finisce innocua tra le mani di Di Gennaro.

LA RIPRESA – La ripresa è di pura marca granata, con i padroni di casa che ergono il direttore di gara a bersaglio principale del malcontento. Diverse le proteste granata almeno tre delle quali furibonde. Una quando Lepre viene agganciato in area, l’altra su un clamoroso mani su un calcio di punizione e l’altro ancora per un mani su una incursione di Cimmino. L’impressione è che almeno uno dei tre episodi poteva essere effettivamente da rigore. Le occasioni gol più nitide sono nel recupero ed una per parte. È il 92′ quando il Monos Polis potrebbe dare vita alla più classica delle beffe, con una furibonda mischia davanti a Ciccarelli che però Sabia (subentrato nella ripresa libera). Sul capovolgimento di fronte è Murolo che sfiora il gol partita impegnando dal limite Di Gennaro che ì bravissimo a distendersi e deviare in angolo. Di buono resta il punto contro una squadra di vertice ed il quarto risultato utile consecutivo ed una solidità difensiva su cui ormai si può contare. Tra Campania, Grottaglie, Brindisi e Monos Polis i granata hanno subito una sola rete.

IL MIGLIORE – La palma di migliore in campo va divisa tra Borrelli e Loiacono, il primo mantiene quasi da solo il reparto il secondo gol a parte è risultato il più incisivo della mediana. Ora la mente è tutta rivolta alla trasferta di Nardò. Sorrentino recupererà Letizia e proverà quando meno a tenere intatta la striscia di risultati utili consecutivi.

ANGELO GRECO